Il nuovo direttore generale dell’Empoli Andrea Butti, intervistato dal quotidiano La Nazione, ha svelato i motivi del suo approdo in Toscana: “Empoli non sarà mai paragonabile a Milano, ma questa società è una grande del calcio italiano come dimostrano i risultati, gli allenatori e i giocatori che sono passati di qui. In estate abbiamo fatto tanto a livello qualitativo e quantitativo con Accardi che è stato eccezionale, anche se ora sarà il campo a dare il suo responso. Quello passato all’Inter è stato un periodo meraviglioso in cui ho conosciuto tante persone e sono cresciuto sotto tutti i punti di vista. Mourinho? È un allenatore fantastico non solo un grande comunicatore.

-Continua Butti tornando sul presente – Il gruppo è nuovo e ha bisogno di imparare e sbagliare, non siamo né in ritardo né in anticipo sui tempi, la classifica dice che siamo in corsa così come il lavoro quotidiano di mister Vivarini, un tecnico competente e preparato. L’Empoli andava ricostruito, ora dobbiamo continuare a lavorare e a migliorare, poi vedremo quello che sarà l’obbiettivo”.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008