Eboue: “Un giorno ho pensato di uccidermi”

L’ex calciatore dell’Arsenal, Emmanuel Eboue, dopo il suo trascorso in Inghilterra è caduto in rovina anche a causa di una multa da parte della FIFA visto che non pagò il suo agente. Queste le sue parole riportate da fcinter1908.it: Ci sono molti giorni in cui non voglio alzarmi dal letto. Un giorno ho pensato di uccidermi.Dopo tutto quello che ho guadagnato, mi guardo indietro e penso che sono stato ingenuo. È dura, i problemi con la FIFA sono arrivati a causa delle persone che mi hanno consigliato male. A causa loro la FIFA mi ha multato.

Non posso pagare i soldi per un avvocato. È la mia casa. Ho sofferto per comprarla e ora sono spaventato. Non ho intenzione di vendere i miei vestiti o quello che ho e combatterò fino alla fine perché non è giusto

Eboue, poi, si è trasferito al Galatasaray firmando un contratto di 8 milioni a stagione: : “Questo è molto difficile. I soldi che ho guadagnato li ho mandati a mia moglie per i nostri figli. In Turchia ho guadagnato otto milioni di euro. Li ho inviati tutti a casaQuando vedo Henry sono felice per lui, ma allo stesso tempo mi vergogno per la mia situazione. Quando vedo i miei ex compagni in televisione penso che dovrei essere lì con loro. È difficile vedere quelle cose

CONDIVIDI
Campano di nascita e siciliano d'adozione, classe 93' e passato da terzino destro. Ho successivamente capito che rendo meglio da giornalista che come calciatore.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008