L’Inter di Antonio Conte nelle ultime due partite disputate di campionato ha pareggiato nelle due trasferte contro Napoli e Spezia: due risultati sorprendenti se si vanno ad analizzare entrambe le gare, dove i nerazzurri hanno disputato delle ottime partite e sono stati parecchio sfortunati. Due partite che fermano la corsa allo Scudetto dopo ben 11 vittorie consecutive, ma la vera domanda è: c’è da preoccuparsi per questa frenata? La risposta è una soltanto, ossia assolutamente no.

Il motivo è presto detto: nonostante i due pareggi consecutivi, la squadra guidata da Antonio Conte è riuscita a guadagnare addirittura ancor più punti di vantaggio sul Milan portandosi a ben 10 lunghezze di distanza dai rossoneri quando ormai mancano solo 6 partite, quindi 18 punti totali disponibili, alla fine del campionato. Se l’Inter ha “rallentato” non si può dire certo che le inseguitrici hanno fatto meglio, non riuscendo a sfruttare queste occasioni concesse dai nerazzurri per poter riaprire un’eventuale, seppur difficile, corsa Scudetto.

Le immagini salienti del pareggia fra Inter e Napoli

A questo inoltre va aggiunto che l’Inter ha disputato due trasferte tutt’altro che banali: il Napoli, si è visto in questa giornata con la Lazio, è una squadra che può fare molto male ed essere devastante se ha possibilità di attaccare gli spazi e giocare in campo aperto il suo calcio. I nerazzurri al Diego Armando Maradona hanno invece costretto i partenopei ad una partita difensiva, dove i padroni di casa hanno trovato il gol del vantaggio solo grazie a una sfortunata e goffa autorete di Handanovic in collaborazione con De Vrij. I nerazzurri nello stesso match hanno colto ben due legni ed in generale rischiato veramente poco, se non per uscite sbagliate palla al piede o contropiedi concessi con troppa facilità, mostrando al tempo stesso però di non essere lucidissimi mentalmente viste le tante situazioni sia a favore che contro sfruttate non benissimo, in momenti importanti (basti pensare al gol divorato nel finale da Hakimi).

Il pareggio a dir poco sfortunato dei nerazzurri a La Spezia

Al Picco di La Spezia invece si è svolta una gara totalmente diversa, con i liguri che sono andati avanti grazie ad un gol di Diego Farias al 12’ grazie alla complicità di Handanovic, e dove l’Inter è riuscita a pareggiare grazie a Perisic ma non a rimontare la gara nonostante un dominio pressochè totale, come mostrano non solo le azioni salienti del match, ma anche i veri e propri dati con lo Spezia che ha trovato il gol con l’unico tiro realizzato nel match:

I dati del match fra Spezia ed Inter che certificano la sfortuna degli ospiti

In sintesi, per rispondere alla domanda o confermare l’affermazione del titolo, la frenata dell’Inter non desta assoluta preoccupazione: la banda di Antonio Conte gioca a calcio e lo fa ancora bene, tentando di dominare gli avversari e provando a imporre il proprio gioco.

Chiaramente la fortuna nelle ultime due partite non è stata dalla parte dei nerazzurri, ma sicuramente l’obiettivo Scudetto non ha subito particolari complicazioni ed, anzi, si fa sempre più vicino per la gioia dei tifosi della Beneamata.

CONDIVIDI
Amante di Inter e del calcio in tutte le sue forme, Classe 1995, redattore di Novantesimo. Come la squadra che ama, si sente un po' pazzo anche lui a volte. Telecronista per Sportube e Helpdesk per BonelliErede. Hobby? Videogiochi, serie tv e libri.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008