“Il passaggio dal calcio giocato alla scrivania è stato molto improvviso. Adesso sto facendo questa carriera da dirigente che va bene. Sono in uno dei migliori club a livello nazionale, una società molto conosciuta anche a livello europeo. Sono soddisfatto”. Così Sasa Bjelanovic, dirigente dell’Hajduk Spalato, ha parlato ai microfoni di Tuttomercatoweb

Giocatori croati in Italia ce ne sono diversi. Che giudizio dai?
“Tutti i giocatori croati hanno esigenza di ambientarsi in un campionato diverso. Rog sta andando in una direzione giusta, Sarri è un tecnico molto esigente e prima di farlo giocare vuole testarlo al meglio. Pjaca avrebbe potuto giocare di più, solo che è incappato in un brutto infortunio nel momento decisivo della stagione. Brozovic ha avuto una stagione molto diversa, un rendimento altalenante. Ma è stato così per tutta l’Inter”.

Stagione positiva per due calciatori transitati per l’Hajduk: Kalinic e Perisic.
“Hanno fatto vedere che sono giocatori di grandissimo spessore, anche per il club sarà importante un loro eventuale trasferimento. Si attiverebbe, infatti, il fondo di solidarietà che ci permetterebbe di incassare una cospicua cifra per una società come la nostra”.

Prossimo giocatore dell’Hajduk verso la Serie A?
“Vlasic è un ragazzo giovane, un classe ’97, ma ha già fatto 100 gare da titolare da noi. Ha tutte le possibilità per fare bene in Serie A e il suo valore, ad oggi, non è altissimo. Abbiamo ricevuto tante richieste”.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008