(ANSA) – ROMA, 25 OTT – “Ho fatto della correttezza uno dei punti fermi della mia vita e della mia carriera, figurarsi se vado a una cena carbonara…”. Cosi’ Roberto Donadoni smentisce di aver partecipato a un incontro a tavola con Leonardo, per parlare di un suo possibile arrivo sulla panchina del Milan.

“Non c’e’ stato alcuna cena tra me e i dirigenti rossoneri – sottolinea all’Ansa l’ex ct della nazionale – Oltre tutto secondo i media che la riportano sarebbe avvenuto 35 giorni fa ma io tra il 13 e il 25 settembre ero in Giappone, ho ancora i biglietti dell’aereo…Parlare di cene inesistenti mi pare di cattivo gusto, nei miei confronti e di un collega come Gattuso”.

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista dal 2017, tifoso del Milan dal 1996. Nato a Catania, nel 2021 si laurea in giurisprudenza. Ama scrivere di calcio ed attualità. Ha pubblicato un libro dal titolo "CircoStanze" con la casa editrice "Prova d'Autore". Attualmente frequenta un master presso la 24OreBusinessSchool.