(ANSA) – MILANO, 7 GIU “In caso di pacchetti principali non assegnati”, verrà avviata una nuova asta “senza procedere a trattativa privata”. E’ quanto precisa la Lega Serie A rispondendo alle richieste di chiarimenti degli operatori della comunicazione a proposito del bando per la vendita dei diritti tv del triennio 2018-21, che scade sabato mattina.

La Lega, che conta di incassare almeno un miliardo di euro a stagione, ha anche chiarito di essere tenuta a calcolare la combinazione, fra le offerte ricevute (incluse quelle per i pacchetti opzionali), che le permetta di ricevere la maggior somma matematica di corrispettivi dagli offerenti, senza ricorrere ad alcuna ulteriore valutazione discrezionale.

Ed è stato spiegato che il divieto di acquisire tutti i pacchetti (‘no single buyer rule’) o eventi in diretta su più piattaforme è esteso anche a intermediari indipendenti, una figura introdotta in questo bando.

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista dal 2017, tifoso del Milan dal 1996. Nato a Catania, studia giurisprudenza e ama scrivere di calcio ed attualità. Ha pubblicato un libro dal titolo "CircoStanze" con la casa editrice "Prova d'Autore".

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008