Diritti tv della A, Malagò: “Il 22 maggio all’assemblea di Lega si capirà molto e spero ci siano garanzie”

malagò
Giovanni Malagò

Stando a quanto riportato da pianetamilan.it, il Tribunale di Milano ha confermato l’annullamento del bando di Mediapro e l’azienda spagnola quindi si rifiuta di depositare le fideiussioni a copertura della cifra necessaria ad acquistare i diritti TV della Serie A per il triennio 2018-2021.

Mediapro ha ieri presentato il ricorso contro il provvedimento al Tar del Lazio, ed il commissario straordinario, Giovanni Malagò, ai margini di un evento del Coni ha parlato proprio di questo.

Di seguito le sue parole: “Un nuovo capitolo di una telenovela che ben conoscete. Il 22 maggio c’è l’assemblea di Lega e non sarebbe corretto dire altro, io continuo a sollecitare e a sperare che ci siano garanzie che questo sistemerebbe tutto, altrimenti quel giorno bisognerà prendere una decisione. Non ci sono alternative”.

CONDIVIDI
Amante di Inter e del calcio in tutte le sue forme, Classe 1995, redattore di Novantesimo. Come la squadra che ama, si sente un po' pazzo anche lui a volte. Telecronista per Sportube e Helpdesk per BonelliErede. Hobby? Videogiochi, serie tv e libri.