Diritti TV Champions, salta l’accordo Sky-Rai: Mediaset alla finestra

Sintesi Champions
Sintesi Champions

In vista del prossimo anno si prospetta un nuovo cambio programma (è proprio il caso di dirlo) circa i diritti tv della Champions League 2019/2020. Secondo quanto riportato oggi da La Gazzetta dello Sport, infatti, il Tribunale di Milano ha rigettato il ricorso della RAI nei confronti di Sky per la trasmissione delle gare in chiaro delle prossime due edizioni della Champions League.

Osserva in attesa del momento giusto in cui affondare Mediaset, che valuta di sfruttare questo spiraglio: “La Rai – spiega la ‘rosea’ – intendeva avvalersi dell’opzione (siglata nel gennaio 2018) che le avrebbe permesso di continuare a mostrare per i prossimi due anni le partite del mercoledì a scelta, le semifinali e la finale del torneo, nonché la Supercoppa europea. Sky, però, aveva condizionato il tutto all’eventualità di detenere pari diritti nel triennio che porta al 2021 rispetto al momento della firma: avendo perso 3 match di Serie A in favore di Dazn, la tv del gruppo Comcast, Sky ha dunque ritenuto che le condizioni dell’accordo non sussistessero più”.

La Rai potrà proporre – conclude la Gazzetta – un nuovo ricorso d’urgenza, ma intanto Sky (che nel 2018 s’è riappropriata dei diritti Champions fino al 2021 per 900 milioni) ha aperto la trattativa con Mediaset, ovviamente interessata a subentrare per la trasmissione dei match in chiaro”.

CONDIVIDI
Ho 22 anni e nella vita studio, per l'esattezza frequento la facoltà di Culture digitali e della Comunicazione alla Federico II di Napoli. Sogno di vivere un giorno grazie al giornalismo sportivo. Amo la musica e suono la chitarra da circa dieci anni. Redattore anche di IamNaples.it

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008