Juventus, rosa troppo vecchia: chi cedere?

Lo ha fatto capire Andrea Agnelli, lo si sta capendo già dai primi giorni del nuovo corso targato Andrea Pirlo: quella della Juventus, è una rosa da svecchiare e modificare al più presto.

Il Ds Fabio Paratici è quindi chiamato a trovare una sistemazione a tutti quei giocatori in là con gli anni e dall’ingaggio eccessivo in relazione alla carta d’identità.

I nomi, per sfortuna del dirigente piacentino, sono tanti e non scontati; proveremo ora ad individuare quei profili arrivati ormai al capolinea della propria esperienza in bianconero, chi per un motivo o chi per un altro.

La cessione di Mattia De Sciglio

Il futuro dell’ex promessa del Milan, sembra essere segnato. Dopo aver sfiorato l’addio a gennaio, in in uno scambio col Psg che avrebbe portato a Torino Kurzawa, il suo rapporto con la Juventus è arrivato al termine.

Le mete più probabili al momento, come riporta Calciomercato.com, sembrano essere tre: il Siviglia, lo scatenato Villareal, e proprio la compagine parigina.

Resta quindi ora da attendere gli sviluppi della vicenda, che pare però essere segnata: anche per lo stesso giocatore, volenteroso di provare a conquistarsi un posto per l’Europeo e di lasciarsi alle spalle annate deludenti e piene di infortuni, cambiare aria è la scelta migliore.

La Juve cede Alex Sandro?

In questo caso, non è nè il valore del giocatore, nè la sua utilità alla causa, ad essere messa in discussione. La dirigenza bianconera tuttavia, non sbatterà la porta a priori nel caso in cui arrivasse un’offerta allettante.

Di fronte ad una cifra attorno ai 40 milioni infatti, verrà fatta più di una valutazione, considerando anche il fatto che il brasiliano non si è mai esposto dichiarando di voler rimanere ad ogni costo.

In prima fila nella corsa al classe 91′, sembra esserci il Chelsea, che una volta prelevato l’ex Porto libererebbe Emerson Palmieri. Peraltro, è proprio il terzino naturalizzato italiano è il profilo più dai bianconeri a sostituire Alex Sandro qualora dovesse fare davvero le valigie.

La Juve svincola Sami Khedira

Inutile girarsi intorno: l’affidabilità fisica dell’esperto centrocampista tedesco, è quasi pari a zero. Interrompere il rapporto con il trentratrenne tuttavia, potrebbe non essere indolore.

Khedira infatti, il cui pesante ingaggio si aggira attorno ai 6 milioni, ha rifiutato la prima proposta di rescissione consensuale da parte della società piemontese. L’obiettivo del giocatore, è uno solo: rimanere sino al termine del suo contratto.

La Juventus dal canto suo non ha intenzione di smuoversi dalla propria posizione; il rischio però è quello di scatenare un braccio di ferro interminabile.

L’ultima speranza, se non si dovesse concretizzare la rescissione, è che arrivi un’offerta dalla MLS, campionato in cui ci sono diverse compagini interessate all’ex Real Madrid.

Il futuro di Gonzalo Higuain

Stesso discorso fatto per Khedira: il tempo di Huguaìn alla Juventus, è finito. Ora però si tratta di capire come interrompere il rapporto senza perdite aggiuntive, per un giocatore che grava ancora di 18 milioni sulle casse bianconere, e che percepisce ben 7.5 milioni annui.

La soluzione migliore per la Vecchia Signora sarebbe un’offerta economica soddisfacente da parte del River Plate, unica squadra dimostratasi davvero interessata sino ad ora.

La sensazione in ogni caso, è che la volontà da ambo le parti sia quella di chiudere la cosa in tempi brevi: dal lato societario per poi pensare ad uno o due eventuali sostituti, per il Pipita invece per potersi avvicinare a casa e alla madre gravemente malata in Argentina.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008