Di Francesco e Montella, due allenatori in cerca di rilancio

sampdoria

Dopo due lunghe settimane finalmente torna la Serie A. Nonostante si siano disputate solamente due giornate, il nostro campionato ci ha già regalato alcuni spunti interessanti. Fra tutti mi preme parlare delle situazioni legate a Sampdoria e Fiorentina, in particolare quelle dei due allenatori Di Francesco e Montella. Per entrambi le aspettative sulla stagione sono alte ma le prime due giornate hanno fatto ricredere sulle loro possibilità.

Il pessimo inizio di Di Francesco

Con un passivo di 7 goal subiti e uno solo segnato in due partite, la Sampdoria non poteva iniziare il suo percorso in modo peggiore. Nello specifico le prime due gare dei blucerchiati hanno evidenziato un evidente ritardo della squadra di Di Francesco rispetto alle sue avversarie. Una fase difensiva facilmente vulnerabile e una fase offensiva che ancora non ha digerito gli schemi del nuovo allenatore, hanno portato a due pesanti sconfitte in altrettante gare. In difesa dell’allenatore ex Roma va detto che ci vuole un pó di tempo e gare prima che la sua nuova squadra possa recepire al meglio la filosofia del nuovo allenatore, che nel corso della sua carriera è risultata vincente. Proprio per questo motivo mi sento di dire che, nonostante la situazione non sia delle migliori al momento, alla lunga potrà ripagare i timori iniziali. Al rientro dalla pausa per le Nazionali la Sampdoria avrà l’occasione di poter alzare la testa contro un avversario tosto come il Napoli, se non in termini di risultato per lo meno in termini di gioco e prestazione. Da un certo punto di vista la gara di Napoli, come un anno fa quando Di Francesco era seduto sulla panchina della Roma, può essere la gara adatta per dare il via alla stagione della Sampdoria.

Un nuovo inizio per la Fiorentina

Diversa è invece la situazione in casa Viola. Nuova proprietà, una campagna acquisti massiccia che ha portato 18 nuovi giocatori in casa Fiorentina e una stagione da riscattare. L’unica cosa che per il momento accomuna Di Francesco e Montella è il pessimo inizio di campionato. A differenza del tecnico blucerchiato, l’allenatore Viola ha cominciato la sua seconda esperienza a Firenze già a partire dalla fine della passata stagione, quando ha preso il posto del dimissionario Pioli. La rocambolesca sconfitta contro il Napoli e quella più netta contro il Genoa hanno per il momento inchiodato la squadra del Patron Commisso in fondo alla classifica. Ovviamente due gare non sono sufficienti per valutare l’operato di un allenatore, ma il timore dei tifosi Viola è quello di rivivere la stessa situazione della passata stagione: una squadra che fatica a fare gioco e risultati. Proprio per questo motivo Montella sembra già essere sul lastrico e la gara contro la Juventus potrebbe già essere un ultimatum. In caso di sconfitta e prestazione negativa l’avventura dell’allenatore Viola potrebbe terminare anticipatamente.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008