Alla vigilia del Derby contro la Lazio, torna a parlare in conferenza stampa Eusebio Di Francesco. Di seguito vi riportiamo le parole del tecnico giallorosso: 

Sulla possibilità di svoltare grazie al Derby:

“La stagione è lunga, ma è importantissima per noi. Il derby è una partita a sé e bisogna ridare entusiasmo a questo ambiente.”

Sulla possibilità di rivedere il modulo utilizzato contro il Frosinone:

“Ho due sistemi di gioco, e lo sapevo già in partenza. Ciò che conta di più è l’atteggiamento, non i numeri o i moduli. Non so se giocheremo con il 4-2-3-1.”

Su Manolas e De Rossi:

“E’ da valutare oggi, ha avuto qualche fastidio generale. Attualmente è a disposizione ma valuteremo tra oggi e domani. Daniele le vorrebbe giocare tutte, lui ha delle caratteristiche diverse da altri. Ha un dispendio energetico diverso. Più che la stanchezza fisica in questi casa a pesare è la stanchezza mentale. De Rossi domani sarà il capitano.”

Sulla corsa Scudetto:

“Abbiamo dimostrato di non poterlo fare, ora cerchiamo di recuperare posizioni su posizione. A Roma se ne sono visti pochini, non parlerei di scudetto.”

 Sull’ importanza del Derby in chiave futuro:

“E’ importante per il futuro della Roma, io questa maglia me la tengo stretta ma farò in modo che si cresca per la Roma e non per Di Francesco.”

Sulla possibilità di vedere dal 1′ De Rossi e Nzonzi:

“Ci sono anche Cristante e Pellegrini che possono farlo, giocando col 4-2-3-1 anche loro verranno alternati in questo ruolo.”

Sull’ estraneazione del tecnico stesso dalle contestazioni: 

“I tifosi ce l’hanno con tutti, compreso me. Non mi è sembrato di essere stato salvato a parte la Curva che mi ha dato tanti assestati di stima e sostegno. Io ci tengo a sentire gli applausi per i giocatori perché loro fanno vincere le partite. Sta a noi trascinarli col nostro atteggiamento, con la voglia di combattere.”

Su come aiutare Cristante e Pellegrini:”

“Per i giovani è importante togliergli dalla luce dei riflettori. Meno pressioni avranno più faranno meglio, in queste piazze serve qualcosa in più.”

Sulla giocata di Kolarov contro il Frosinone:

“Kolarov ha accompagnato molto bene la giocata e ha ottime capacità tecniche, però è capitato pure in altre occasioni e con altri giocatori.”

Sul modulo iper-offensivo con Pastore e le 3 punte:

“Magari domani ci sarà qualche sorpresa. Comunque a volte ci si difende bene anche attaccando. Fondamentali per l’equilibrio sono gli esterni.”

Sull’ avversario:  

“Hanno preso giocatori d’esperienza come Acerbu, Badelj o Correa. Hanno una buona continuità, ma sappiamo bene che dobbiamo guardare noi stessi.”

Sul periodo nero di Dzeko:

“Le occasioni per segnare le ha avute, ciò che mi interessa è la partecipazione alla manovra. Sono convinto che domani ritroverà questo aspetto come ha sempre fatto.”

CONDIVIDI
Redattore Novantesimo.Com, Direttore "L' Inter Siamo Noi"