Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli, ha parlato ai microfoni de Il Mattino di una ipotetica rivoluzione della Serie A. Il n.1 del Napoli non è nuovo a queste idee avveniristiche, se consideriamo che già in tempi abbastanza recenti aveva parlato di una ipotetica Super League Europea (lega in cui avrebbero giocato i miglior club del vecchio continente).

Queste le sue parole: “Nel 1986 in Serie A giocavano 16 squadre. Oggi ci sono partite che fanno lamentare anche Sky o Mediaset, mi chiedo il perché, allora”.

“Facciamo un campionato a 16 squadre, con una sola retrocessione. Ne guadagneremmo tutti: più entrate, nessuna necessità di imbrogliare e maggiore competitività in Europa”.

“Vanno bene anche diciotto squadre, ma le dobbiamo scegliere noi sette chi sono queste diciotto”.

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista dal 2017, tifoso del Milan dal 1996. Nato a Catania, studia giurisprudenza e ama scrivere di calcio ed attualità. Ha pubblicato un libro dal titolo "CircoStanze" con la casa editrice "Prova d'Autore".

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008