Dalla D alla B solo due lettere ma il Parma: ”In B solo di passaggio”

Parma

Solo due anni fa il Parma era in fondo alla classifica della serie A. La squadra emiliana l’anno dopo non ha giocato la serie B. Infatti un buco di 218 milioni nel bilancio causato dagli ex dirigenti Leonardi e Ghirardi ha portato gli emiliani al fallimento; la squadra è quindi dovuta ripartire dalla serie D.

Un anno fa la promozione riporta il Parma nel calcio dei professionisti. Ha provato ed è riuscita la doppia promozione consecutiva; però non senza intoppi. Infatti nel suo girone è direttamente passato in serie B il Venezia di Filippo Inzaghi. Ha però vinto i  play-off (con la nuova formula) della lega pro. Prima di sconfiggere a Firenze l’Alessandria 2-0 in finale, ha sconfitto nei play-off il Pordenone, la Lucchese e il Piacenza. Si chiude quindi la cerchia delle promosse in serie B: Cremonese, il già citato Parma, il Venezia e il Foggia.

Per il Parma, però, non è stata totalmente un ottima stagione; infatti a Novembre, dopo la sconfitta contro il Padova, venne rivoluzionata l’area tecnica; licenziati il direttore tecnico Lorenzo Minotti e l’allenatore Gigi Apolloni. A Gennaio, la rosa è stata rinforzata dal nuovo D.S dei crociati Faggiano. Sono arrivati ben 9 giocatori, di cui alcuni di ottimo livello. Tra questi c’è il portiere Frattali che, insieme a due pilastri come Alessandro Lucarelli e Emanuele Calaiò, è stato fondamentale per la promozione.

Infatti, nella semifinale dei play-off, contro il Pordenone, ha parato due rigori, regalando alla squadra parmigiana la finale. Intanto si punta subito alla serie A. Infatti l’allenatore dei crociati, Lorenzo D’Aversa, dice:” In B saremo solo di passaggio”.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008