Da “morte annunciata” a sorpresa del campionato: il Verona vuole far ricredere tutti

Tifosi Hellas Verona

Il campionato di Serie A è sempre più difficile per le neopromosse dalla B, squadre che devono competere per la salvezza con rose spesso inferiori e con un budget per il mercato non all’altezza delle rivali.

Negli ultimi anni, è infatti spesso capitato che almeno una delle neopromosse si ritrovasse in B già l’anno successivo, molte volte senza nemmeno poter giocarsi al massimo le proprie possibilità.

ASPETTATIVE SULLE NEOPROMOSSE

Quest’anno le nuove squadre della massima categoria sono Brescia, Lecce e Verona. La squadra di Corini, nonostante non sarà semplice conquistare la salvezza, si è tuttavia rinforzata specie con l’arrivo di Balotelli e sulle Rondinelle c’è un giusto ottimismo. Su Lecce e Verona, invece, le aspettative di inizio stagione erano decisamente diverse ma ciò che sorprende fino a questo momento è il percorso dell’Hellas, guidata da mister Juric, il quale sta rispondendo nei migliori dei modi alle critiche e ai dubbi con un cammino niente male per una neopromossa.

VERONA, LA CLASSIFICA SORRIDE

Innanzitutto, c’è da commentare la classifica e soprattutto i punti. Il Verona ha 9 punti in classifica ed è fuori dalla zona retrocessione, dopo aver già affrontato squadre come Milan e Juventus. Nonostante le due sconfitte contro le squadre appena citate, sono arrivate prestazioni convincenti e probabilmente Juric avrebbe meritato almeno un pareggio.

FATTORE DIFESA

Un punto di forza del Verona è la difesa, fattore che forse pochi avrebbero pronosticato ad agosto. Solo 5 gol subiti, seconda miglior difesa dopo l’Inter con 4 reti al passivo. Il portiere Silvestri è stato autore di diverse ottime prestazioni, l’ultima in ordine cronologico contro la Sampdoria, e per una squadra che intende salvarsi poter vantare un reparto difensivo solido è già un grande punto di partenza.

LA RIVINCITA DI JURIC

Questa può essere anche una piccola rivincita per mister Juric, molto criticato negli ultimi anni in seguito a risultati non soddisfacenti soprattutto sulla panchina del Genoa. Prima dell’inizio del campionato non erano pochi i dubbi sul tecnico, adesso, anche se c’è ancora tutta una stagione da giocare, qualcuno probabilmente si è ricreduto.

LE SORPRESE DELL’HELLAS

Tra le sorprese di queste prime sette giornate di Serie A del Verona c’è il già citato Silvestri, sempre rimanendo in ottica difesa si sta mettendo in luce il giovane Kumbulla, classe 2000 e in gol contro la Sampdoria nell’ultimo turno di campionato vinto per 2-0. Avanzando di reparto, non sono passate inosservate le prestazioni di Amrabat e la qualità in mezzo al campo di Miguel Veloso, giocatore esperto e, nonostante non sia più un ragazzino, continua a fare la differenza nel nostro campionato. Probabilmente ci aspetta di più da Stepinski, mentre Verre e Zaccagni sono valide alternative per l’attacco.

CARATTERE E RISULTATI

Il Verona dopo la sosta per le nazionali andrà in trasferta a Napoli, per poi sfidare in ordine Sassuolo, Parma e Brescia, tutte e tre partite in cui il Verona dovrà fare punti per evitare di ritrovarsi improvvisamente nelle parti basse della classifica. L’Hellas fino a questo momento possiamo definirla una piacevole sorpresa del campionato di Serie A, oltre agli ottimi risultati la squadra veneta ha dimostrato grande carattere anche contro avversarie toste come Milan e Juventus. Se il Verona dovesse proseguire su questa linea si potrà togliere altre soddisfazioni, magari raggiungendo la salvezza e prendersi una rivincita su chi ad inizio stagione non aveva troppa fiducia.

CONDIVIDI
15/10/99 Redattore di Novantesimo

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008