Crotone stagione 2017/18: partenza a rilento, SuperSimy nel finale non basta a salvare gli squali

tifosi crotone

Crotone stagione 2017/18 – La stagione del Crotone ha vissuto momenti alti e bassi che hanno permesso alla squadra di raggiungere risultati di prestigio che tuttavia non sono bastati a raggiungere la salvezza pur conquistando un punto in più della scorsa stagione. Ma andiamo ad esaminare cosa è successo nel corso dell’annata.

Crotone stagione 2017/18, cosa dimenticare?

Addio di Nicola

Dopo la sconfitta casalinga subita dall’Udinese arrivano come un fulmine a ciel sereno le dimissioni di Davide Nicola. Il tecnico ha lamentato l’interferenza del Presidente Vrenna che a fine primo tempo sembra sia entrato nello spogliatoio ad incitare la squadra. A sostituire il tecnico arriva Walter Zenga che sembra portare entusiasmo all’ambiente.

Zenga
Walter Zenga Crotone

Risultati di prestigio e sconfitte pesanti

Con Zenga in panchina arrivano belle soddisfazioni per i calabresi che riescono a pareggiare con l’Inter in trasferta e con Lazio e Juventus in casa. Arrivano anche le goleade contro Sampdoria e Sassuolo, con entrambe le partite finite 4-1.

Ma oltre a questi risultati di prestigio la stagione del Crotone è stata davvero messa in crisi dalle due sconfitte consecutive con Benevento e Spal.

Acquisti Crotone, stagione 2017/18, quali hanno reso?

Note positive: Simy e Mandragora

Su Mandragora c’erano già alcune aspettative, ragazzo classe ‘97 di proprietá della Juventus, capitano dell’ Under 21, arriva a Crotone in estate per trovare minutaggio in A e si afferma come perno della squadra segnando anche due gol in stagione. Le sue prestazioni non sono passate inosservate tanto che il nuovo CT Mancini lo ha convocato per i prossimi impegni della nazionale.

La vera sorpresa invece è stata indubbiamente Simy.

simy

Nonostante la scorsa stagione il merito della miracolosa salvezza crotonese sia stato attribuito quasi interamente (e giustamente) a Falcinelli, è da dire che due gol di Simy, rispettivamente nel pareggio contro il Torino e nella vittoria contro la Sampdoria, portarono lo scorso anno quattro punti fondamentali per la permanenza in Serie A degli squali.

Quest’anno nonostante in attacco sia partito come quarta scelta nel finale di stagione, complici gli infortuni di Budimir e di Tumminello, si è guadagnato la fiducia di Zenga a scapito di Ricci, con Trotta dirottato a destra, ed ha segnato sette gol. La rovesciata che è valsa il pareggio contro la Juve resterà negli annali del calcio ma soprattutto potrebbe realizzare il suo sogno, andare ai mondiali. La Nigeria per ora lo ha inserito tra i preconvocati e Simy continua a sperare.

Crotone stagione 2017/18, cosa salvare?

Nonostante l’esito di questo Campionato è assolutamente negativo, il Crotone ha disputato una stagione dignitosa giocandosi la possibilità di salvarsi fino all’ultima giornata. Sono veramente poche le squadre che quest’anno hanno battuto i calabresi facilmente. Ma nel calcio si sa, servono i punti e non basta la prestazione.

Crotone stagione 2018/19, prospettive future

La palla ora passa alla dirigenza che dovrà stabilire se allestire una squadra in grado di lottare per tornare in Serie A già al termine della prossima stagione.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008