Il Crotone, con la vittoria per 1-0 di ieri sull’Udinese, ha ravvivato ulteriormente la corsa salvezza e, complice le sconfitte dell’Empoli a Cagliari e del Genoa a Palermo, si è portato rispettivamente a -1 dai toscani ed a -2 dai liguri.

Gianni Vrenna, presidente dei pitagorici, ha parlato della lotta per non retrocedere ai microfoni di Radio 24:

“Non abbiamo rimpianti, la squadra ha dimostrato di poter stare in Serie A, retrocedere sarebbe un’ingiustizia. Abbiamo riaperto un campionato che sembrava già deciso da tempo, siamo orgogliosi per questo. Nicola non è mai stato in discussione perché il Crotone è sempre stata una squadra viva, che non ha mai sfigurato. Abbiamo sempre visto il lavoro del nostro tecnico, la squadra ha perso tante partite all’ultimo. Empoli o Genoa? Dobbiamo fare la corsa su noi stessi, questo campionato ha mostrato che non c’è nulla di scontato. Dobbiamo fare risultato contro la Juventus e vincere assolutamente con la Lazio, poi tireremo le somme. Abbiamo subito un bel po’ di torti arbitrali, che ci sono costati punti, ma siamo fiduciosi: non vogliamo lasciare la Serie A. Siamo stati sfortunati per questo calendario, ma andremo a Torino a fare la nostra partita: squadra e ambiente ci credono. Dopo esser andato in bicicletta a Torino speriamo che Nicola torni a Crotone, pago io l’aereo”.

CONDIVIDI
Ragazzo del '99, amo il calcio, argomento di cui parlerei tutto il giorno se fosse possibile. Diplomato al Liceo Linguistico, attualmente studio Economia e Management ed il mio sogno, dopo aver viaggiato qualche anno all'estero, sarebbe lavorare e vivere quotidianamente nel mondo del pallone.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008