Allo stadio Giovanni Zini di Cremona è andata in scena il match tra la neopromossa Cremonese e il Pescara, retrocesso in serie cadetta al termine della scorsa stagione. Mentre la squadra di Zeman non ha iniziato la stagione al meglio, essendo reduce da tre pareggi consecuitivin ed occupando soltanto la tredicesima posizione in classifica, i grigiorossi sono invece in piena corsa per la zona playoff.

SINTESI DEL MATCH: Partono molte i padroni di casa, procurandosi due importanti occasioni nei primi cinque minuti: prima con un pericoloso duetto tra Piccolo e Paulinho, ma l’attaccante brasiliano calcia alto, la seconda invece con Simone Pesce, rendendosi molto pericoloso con un tiro scheggia la traversa della porta di Pigliacelli. Al 21′ la squadra di Zeman si fa vedere finalmente in avanti con Coda, che su una punizione calciata da Bovo viene imbeccato in maniera ottimale dal suo compagno di reparto, spedendo però il pallone lontano dalla porta difesa da Ujkani. Al 26′ viene annullato un gol delle Cremonese per fuorigioco di Paulinho, mentre il Pescara continua a soffrire, non riuscendo più di tanto ad impensierire gli avversari. La prima frazione di gioco termina con il punteggio di 0-0 dopo un minuto di recupero, con nessuna delle due squadre è riuscita a prevalere sull’altra, nonostante gli uomini di Tesser abbiano avuto almeno due occasioni nitide per sbloccare la gara. Inizia allora la ripresa senza nessun cambio da ambo le parti. Al 50′ sono ancora insidiosi i grigiorossi, con Brighenti che mette una buona palla per Piccolo, ma il giocatore calcia di sinistro in corsa in maniera imprecisa. Al 61′ sono ancora i lombardi ad andare vicinissimi al vantaggio grazie al neo entrato Castrovilli, in campo da due minuti, che calcia a botta sicura su assist di Renzetti, ma Brugman riesce a salvare in extremis con una scivolata. Al 77′ clamorosa occasione per il Pescara; Baez riesce a servire Brugman al limite, che di prima centra in pieno il palo; ci prova su ribattuta il solito Pettinari, che con un facile tap-in riesce a spedire la palla in rete, venendo fermato però in outside. L’ultima occasione del match è ancora del Pescara; al 93′ infatti gli uomini di Zeman vanno ancora vicinissimi al gol, con un una punizione dal limite battuta da Kanoutè, su cui però è molto bravo a smanacciare Ujkani. Finsce allora con il risultato di 0-0 dopo 93 minuti di gioco un match che in pochi prevedevano sarebbe finito a reti bianche, visto il potenziale offensivo di entrambe le squadre.

VOTI E TABELLINO:

Cremonese (4-3-1-2): Ujkani 6.5; Almici 6, Marconi 5.5, Canini 6, Renzetti 6; Pesce 6.5, Arini 5.5, Cavion 5.5 ; Piccolo 6 (60’ Castrovilli 6); Brighenti 5 (84’ Scappini s.v.) (C), Paulinho 6.5 (66’ Mokulu 6).
A disposizione: Ravaglia, Procopio, Salviato, Davino, Perrulli, Scarsella, Macek, Cinelli, Garcia.
Allenatore: A. Tesser.

Pescara (4-3-3): Pigliacelli 6; Zampano 5.5, Bovo 6, Coda 6, Mazzotta 6; Brugman 7(C), Coulibay 5.5, Valzania 5.5 (62’ Kanouté 6.5); Capone 5.5, Pettinari 5.5 6 (80’ Ganz s.v.), Del Sole 6 (72’ Baez 6).
A disposizione: Fiorillo, Crescenzi, Balzano, Benali, Elizalde, Carraro, Cappelluzzo.
Allenatore: Z. Zeman.

Ammoniti: 10’ Paulinho, 66’ Marconi (C); 20’ Coda, 70’ Brugman (P)

Arbitro: Francesco Fourneau di Roma 1.

Assistenti: Dario Cecconi di Empoli e Manuel Robilotta di Sala Consilina, quarto ufficiale Alessandro Prontera di Bologna.

TOP 90ESIMO BRUGMAN 7: vero e proprio faro del centrocampista del Pescara, l’uruguagio salva un gol già fatto gettandosi in scivolata su tiro di Castrovilli, e sfiora il gol con una bellissima conclusione di prima intenzione, centrando però in pieno il palo destro.

FLOP 90ESIMO BRIGHENTI 5: l’attaccante grigiorosso non è affatto in giornata, non riuscendo mai ad entrare in partita e a creare qualche grattacapo alla difesa del Pescara.

CONDIVIDI