Continuano i guai per Cristiano Ronaldo legati all’evasione fiscale, problemi che potrebbero costare al fenomeno portoghese addirittura il trasferimento dal Real, stando alle voci che circolano in questi giorni.

L’accusa rivolta a CR7 è il mancato pagamento di 14,8 milioni di euro dal 2011 al 2014, e ora dalla Spagna arrivano notizie preoccupanti per l’attaccante delle Merengues, che rischia perfino il carcere.

Nel 2012 in Spagna è stata attuata una riforma che qualificava i reati fiscali come crimini aggravati qualora si superino i 600 mila euro e se si dovessero utilizzare paradisi fiscali per nascondere l’identità del contribuente, reati commessi da Ronaldo.

Se Ronaldo dovesse patteggiare potrebbe scontare 6 mesi di carcere per ogni frode fiscale e la pena non diverrebbe esecutiva. Se invece CR7 preferisce andare in giudizio la pena potrebbe essere da 3 a 4 anni per ogni reato commesso dopo la riforma del 2012.

CONDIVIDI
15/10/99 Redattore di Novantesimo

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008