120 minuti, 4 gol, 3 espulsioni e tanto agonismo. E’ questo un brevissimo riassunto della gara tra Cittadella e Bari terminata 2-2 e che qualifica Venturato per le semifinali di playoff. Doppietta di Bartolomei, il Bari prova fino alla fine a vincere la sfida ma è il Cittadella ad uscire vittorioso dalla battaglia del Tombolato dopo i tempi supplementari. La prima semifinale è così scritta: mercoledì andata tra Cittadella e Frosinone. Il Cittadella ha avuto la meglio dal pareggio grazie al regolamento dei playoff di B, che prevede il passaggio alle semifinali della squadra con il miglior piazzamento in classifica.

LA CRONACA

PRIMO TEMPO Il Bari parte con entusiasmo, Galano guadagna un calcio di punizione interessante ma Balkovec, incaricato della battuta in porta, calcia potente ma senza precisione trovando la respinta di Alfonso. Pochi minuti dopo anche il Cittadella si rende pericoloso e da azione da calcio d’angolo Salvi ha la possibilità di centrare la porta ma il terzino colpisce male e spedisce palla direttamente sopra la traversa. All’8^ minuto il Bari si costruisce un’occasione con il solito Galano, sicuramente tra i più cercati della formazione di Grosso, e dopo aver scambiato con Balkovec prova il tiro con il mancino trovando la parata di Alfonso. Al 15^ il Bari colleziona un’altra opportunità con Sabelli protagonista, il quale dopo aver vinto il rimpallo con un avversario cerca di sorprendere Alfonso sul primo palo ma non riesce ad inquadrare lo specchio della porta e colpisce l’esterno della rete. Passano tre minuti ed è il Cittadella ad andare vicino al gol del vantaggio, Bartolomei si accentra verso il limite dell’area di rigore e libera il destro che termina di poco sul fondo. Al 26^ il Bari riparte velocemente, Nene offre un buon pallone a Iocolano ma l’attaccante è prontamente chiuso da due giocatori del Cittadella che gli impediscono di girarsi e perciò esce un tiro debole e innocuo che si perde sul fondo. Al 40^ cross di Iocolano dalla sinistra, al centro attendono palla Galano e Nene e quest’ultimo riesce a colpire di testa ma non centrare la porta di Alfonso.

SECONDO TEMPO L’inizio di ripresa è vivace e ad alti ritmi, al 51^ il Bari trova il gol del vantaggio grazie alla rete di Galano che sblocca la partita con un bel sinistro. Il gol lascia tuttavia diverse polemiche per il fallo di Tello ai danni di Varnier, arrivato un attimo prima del tiro di Galano e inspiegabilmente non segnalato dall’arbitro Ghersini. La reazione del Cittadella non si lascia attendere e Kouame prova subito a pareggiare i conti ma Micai si allunga e respinge la palla. Al 58^ punizione per il Cittadella scaturita da un fallo di Sabelli, Bartolomei colpisce palla con potenza riuscendo a mantenerla bassa e trafigge un incolpevole Micai: al Tombolato è 1-1. Pochissimi minuti dopo il Cittadella segna con Salvi ma il guardalinee ferma subito la gioia dei padroni di casa e segnala il (giusto) fuorigioco. Durante il corso della ripresa si accende il nervosismo in campo, nato dopo il momentaneo 1-0 del Bari e aumentato nei minuti seguenti, e per cui l’arbitro Ghersini per evitare di perdere il controllo della gara ricorre spesso al cartellino giallo, ecco spiegate le 3 ammonizioni nel giro di 16 minuti. Al 69^ il Cittadella ribalta la partita e passa in vantaggio con un’altra prodezza di Bartolomei, che calcia palla al volo e la insacca nell’angolino portando la sua squadra sul 2-1. Dopo il vantaggio del Cittadella la squadra di Venturato vive un buon momento a discapito di un Bari spento e confuso, al 79^ Schenetti prova il destro da fuori costringendo Micai nella parata in calcio d’angolo. Nel finale di secondo tempo il Bari riesce a ricompattarsi e non arrendersi, all’88^ Nene approfitta di un grave errore di Alfonso e spinge in porta pareggiando la partita e portando la gara ai supplementari.

PRIMO TEMPO SUPPLEMENTARE I supplementari partono così dal 2-2 maturato nei 90 minuti regolamentari con le due squadre che inevitabilmente sono condizionate dalla stanchezza vista l’intensità mostrata nei tempi effettivi di gioco. La prima occasione da gol del primo tempo supplementare arriva al 101^ minuto con Strizzolo che vince un duello con Gyomber e scarica arretrato per Schenetti che manda palla sopra la traversa. Nell’unico minuto di recupero arriva un’altra occasione per il Cittadella sempre con Strizzolo protagonista ma l’attaccante, uno dei pochi freschi visto che è subentrato nella ripresa, si fa respingere il tiro da Micai.

SECONDO TEMPO SUPPLEMENTARE Il Bari prova a sfidare la stanchezza e tenta il tutto per tutto, in pochissimi minuti si crea due palle gol targate Floro Flores e Cisse ma le conclusioni escono sul fondo. Il Bari chiude in 9 per l’espulsione di Gyomber, allontanato dall’arbitro a causa di proteste troppo accese nei confronti dello stesso direttore di gara e per quella di Brienza, autore di un brutto fallo. L’espulsione di Brienza ha letteralmente mandato in confusione il giocatore e la partita si chiude con una rissa dove l’arbitro espelle anche Sabelli per proteste accentuate (il terzino era già in panchina dopo la sostituzione al 63^). Dopo una partita lunga e combattuta il Cittadella strappa un pareggio che ha il sapore di vittoria e grazie al 2-2 vola in semifinale con il Frosinone.

CITTADELLA (4-3-1-2) Alfonso 5; Salvi 6; Adorni 5,5; Varnier 5,5; Benedetti 6 (dal 108^ Pezzi s.v.); Bartolomei 7,5; Iori 6,5; Settembrini 7; Schenetti 7; Vido 6,5 (dal 78^ Strizzolo 6,5); Kouame 6 (dall’87^ Pasa 6)   All. Venturato

BARI (4-3-3) Micai 6,5; Sabelli 5 (dal 63^ Brienza 6); Gyomber 5; Marrone 5,5; Balkovec 5,5; Tello 5,5; Basha 5,5; Henderson 5; Galano 6,5 (dal 76^ Floro Flores 6); Nene 6,5; Iocolano 6 (dal 63^ Cisse 6) All.   Grosso

ARBITRO Ghersini (sez. Genova)

MARCATORI 51^ GALANO (Bar); 59^ BARTOLOMEI (Cit); 69^ BARTOLOMEI (Cit); 88^ NENE (Bar)

AMMONIZIONI SETTEMBRINI (Cit); TELLO (Bar); SABELLI (Bar); GYOMBER (Bar); SCHENETTI (Cit); BARTOLOMEI (Cit); NENE (Bar)

ESPULSIONI GYOMBER (Bar); BRIENZA (Bar); SABELLI (Bar, dalla panchina)

TOP 90ESIMO BARTOLOMEI 7,5 – Doppietta preziosa, gol bellissimi, soprattutto il secondo. Il centrocampista del Cittadella è l’autore indiscusso di questo pareggio che vale come una vittoria.

FLOP 90ESIMO ALFONSO 5 – Se la partita è terminata ai supplementari il protagonista in negativo è il portiere del Cittadella, che di fatto regala a Nene la palla per pareggiare. Gol rivelatosi inutile ma Alfonso ha fatto tremare un’intera tifoseria e i suoi compagni.

CONDIVIDI
15/10/99 Redattore di Novantesimo

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008