#ChievoSassuolo 1-1, in 9 uomini Iachini pareggia nel finale con la punizione di Cassata: pagelle e tabellino

Nel recupero della 27^ giornata Chievo e Sassuolo pareggiano per 1-1 con Giaccherini che apre la partita e Cassata la pareggia nel finale direttamente da calcio di punizione. Due espulsioni per il Sassuolo, entrambe le squadre salgono a quota 29.

LA CRONACA

PRIMO TEMPO Il Sassuolo subito dopo pochi minuti si crea una buona occasione, Missiroli recupera palla a centrocampo, lancia Babacar che dopo aver superato con troppa facilità Gamberini calcia alto sopra la porta di Sorrentino. I minuti successivi sono abbastanza equilibrati, entrambe le squadre faticano a creare occasioni e soprattutto ad uscire dalla propria metacampo, complici i diversi errori in fase di ripartenza. Intorno alla mezzora una brutta entrata di Adjapong ai danni di Sorrentino costa caro al terzino del Sassuolo. L’arbitro Tagliavento inizialmente estrae il cartellino giallo ma dopo aver rivisto l’azione al VAR ed essendosi reso conto della pericolosità dell’intervento decide di espellere il giocatore. In seguito all’espulsione mister Iachini, ritrovatosi in 10 uomini, passa al 4-3-2 e perciò non stravolge l’assetto tattico della squadra. Al 40^ il Sassuolo conquista un interessante calcio di punizione ma Berardi non sfrutta l’opportunità e calcia centrale, Sorrentino abbraccia il pallone senza problemi. Negli ultimi minuti del primo tempo il Chievo vive un buon momento dove ha un paio di potenziali occasioni da gol non sfruttate però da Inglese e Giaccherini.

SECONDO TEMPO Nei primi minuti della ripresa il VAR si rende di nuovo protagonista e aiuta Tagliavento a togliere il calcio di rigore assegnato inizialmente al Sassuolo. Il direttore di gara ha rivisto il tocco di Gamberini sul cross di Lirola con il difensore che colpisce palla con il gomito e per cui l’arbitro ha deciso di far ripartire il gioco con una semplice rimessa per Sorrentino. Nei minuti seguenti il Chievo si fa vedere più spesso nella trequarti avversaria, il Sassuolo inizia ad accusare l’inferiorità numerica e non trova la lucidità giusta per pungere la squadra clivense. Nel corso della ripresa uno scontro di gioco tra Gobbi e Berardi costringe l’esterno del Sassuolo ad uscire dal campo e Iachini al suo posto inserisce Ragusa. Al 72^ l’azione che sblocca la partita: Cacciatore crossa dalla destra, Lirola calcola male il rimbalzo della palla che arriva sui piedi di Giaccherini, il quale controlla e la piazza sul secondo palo battendo Consigli e portando il Chievo sull’1-0. All’84^ il Sassuolo rimane addirittura in 9 complice la doppia ammonizione di Magnanelli, che macchia una prestazione fino a questo momento più che positiva. Nel finale il Sassuolo prova gli ultimi assalti e Ragusa si rende pericolosissimo con il suo destro che termina di poco sul fondo facendo tremare Sorrentino e tutto il Chievo. Nei minuti di recupero vengono premiati gli sforzi del Sassuolo e Cassata direttamente da calcio di punizione segna il gol del pareggio con Iachini che porta a casa un punto preziosissimo in 9 contro 11.

CHIEVO (4-3-1-2) Sorrentino 6; Cacciatore 6; Gamberini 6 (dal 75^ Cesar s.v.); Bani 6; Gobbi; Hetemaj 5,5 (dal 63^ Birsa 5,5); Castro 6; Radovanovic 5,5; Giaccherini 7; Stepinski 5,5 (dal 57^ Pellissier 6); Inglese 5,5   All. Maran

SASSUOLO (3-5-2) Consigli 6; Goldaniga 6 (dal 79^ Peluso s.v.); Acerbi 6; Dell’Orco 6; Lirola 5; Cassata 7; Magnanelli 5,5; Missiroli 5,5; Adjapong 5; Berardi 5 (dal 67^ Ragusa 6); Babacar 5,5 (dal 62^ Politano 5,5) All. Iachini

ARBITRO Tagliavento (sez. Terni)

MARCATORI 72^ GIACCHERINI (Chi); 95^ CASSATA (Sas)

AMMONIZIONI MAGNANELLI (Sas); GOBBI (Chi); GIACCHERINI (Chi); HETEMAJ (Chi); CACCIATORE (Chi)

ESPULSIONI ADJAPONG (Sas); MAGNANELLI (Sas)

TOP 90ESIMO CASSATA 7 – La prima volta non si scorda mai e se il primo gol in Serie A permette alla squadra di prendere un punto prezioso la rete vale doppio. Oltre alla punizione, buona prestazione del giocatore del Sassuolo.

FLOP 90ESIMO ADJAPONG 5 – Il terzino del Sassuolo viene espulso nel primo tempo a causa di un’entrata killer ai danni di Sorrentino. Un fallo azzardato e che può essere giustificato in parte dall’inesperienza ma il terzino ha lasciato in 10 i suoi compagni per una mossa inutile e pericolosa.

Guarda Anche...

CONDIVIDI
15/10/99 Redattore di Novantesimo