Alle ore 15 si è giocata allo Stadio Marcantonio Bentegodi di Verona Chievo Verona-Palermo, partita valida per la 35esima giornata del campionato di Serie A TIM 2016-17.
Il match, nonostante le aspettative non altissime nutrite da tutti nel prepartita, è riuscito a regalarci tante emozioni, derivate da un incontro molto combattuto e giocato con grinta da entrambe le formazioni.
In realtà, l’avvio di gara è stato contraddistinto da ritmi abbastanza bassi, che però si sono sicuramente alzati e sono cresciuti nel corso dei 90 minuti.
I primi ad appropriarsi delle redini del gioco sono stati gli uomini di Bortoluzzi, in grado di rendersi pericolosi non appena è stato possibile, nonostante la prima vera occasione da gol di tutta la partita sia capitata tra i piedi di Pellissier, attaccante dei clivensi.
Dopo aver controllato il campo per circa 20 minuti, i rosanero hanno lasciato il pallino del gioco della prima frazione ai padroni di casa, che hanno giocato bene in fase difensiva concedendo poco, quasi nulla agli avversari.
Tornati in campo dopo la fine del primo tempo e, di conseguenza, dopo il break dell’intervallo, le due squadre hanno ripetuto quanto fatto nei primi minuti della prima frazione.
Infatti, i 22 uomini presenti in campo hanno preferito giocare i primi minuti a ritmi abbastanza bassi per poi andare ad alzarsi con più corsa e più aggressività nei minuti successivi.
Dopo vari tentativi fatti da entrambe le parti, è arrivato finalmente il gol dell’1-0, assegnato a favore del Chievo e realizzato al 69′.
La rete è stata siglata su rigore da Pellissier, che è stato in grado di superare Fulignati con freddezza dagli 11 metri e sfruttare al meglio il penalty guadagnato da Inglese dopo il fallo commesso in area di rigore da Bruno Henrique.
Dopo il gol subito, i palermitani decidono di inserire la quinta e dare il massimo, spendendo tutta l’energia che c’era a disposizione.
Da questa dispendiosa attività arrivano come frutti diverse occasioni da gol, che però non sono state sfruttate al meglio.
Con tanti sforzi gli ospiti arrivano all’88esimo al gol dell’1-1, segnato da un Goldaniga in forma, bravo ad approfittare dell’ingenuità commessa in fase difensiva da Pellissier per rubare il pallone e trafiggere Sorrentino in uno scontro 1 vs 1.
Nei successivi minuti di gioco regolari, ai quali vanno aggiunti i 7 di recupero dovuti all’infortunio e la successiva uscita dal campo di Gazzi, è stato possibile registare azioni offensive interessanti, dalle quali però non è scaturito niente.
L’incontro finisice, dunque, con il risultato di 1-1 che condanna la squadra siciliana matematicamente alla Serie B, campionato nel quale ritornano dopo 3 stagioni disputate in Serie A.
Ecco il tabellino e le pagelle del match:

CHIEVO (4-3-2-1): Sorrentino 6; Frey 6, Gamberini 6, Cesar 5.5 (84′ Sardo S.V.), Cacciatore 6; Castro 6.5, Radovanovic 6, Bastien 6 (79′ De Guzman S.V.); Birsa 5.5, Izco 5.5 (46′ Inglese 6.5); Pellissier 6.5. A disposizione: Bressan, Seculin, De Guzman, Dainelli, Gakpé, Isufaj, Pogliano, Sbampato, Sardo, Inglese, Troiani, Kiyine. Allenatore: Rolando Maran.

PALERMO (3-5-1-1): Fulignati 6; Gonzalez 5.5 (86′ Lo Faso S.V.), Goldaniga 7, Andelkovic 6; Cionek 6, Jajalo 5, Gazzi 5.5 (54′ Bruno Henrique 5.5), Chochev 5.5, Aleesami 6; Diamanti 6; Sallai 5.5 (77′ Trajkovski 6). A disposizione: Posavec, Marson, Vitiello, Trajkovski, Balogh, B. Henrique, Sunjic, Punzi, Ruggiero, Pezzella, Lo Faso. Allenatore: Diego Bortoluzzi.

ARBITRO: Marco Serra (Torino); Assistenti: Damiano Di Iorio (Vco) – Valerio Colarossi (Roma 2); Quarto ufficiale: Matteo Passeri (Gubbio); Addizionali: Maurizio Mariani (Aprilia) – Daniele Martinelli (Roma 2).

MARCATORI: 69′ Pellissier (rigore), 88′ Goldaniga

AMMONITI: 46′ Cesar, 82′ Gamberini, 87′ Birsa (Chievo Verona); 21′ Jajalo, 41′ Gonzalez, 77′ Sallai (Palermo).

ESPULSI: –

NOTE: Possesso Palla: 55% – 45%; Tiri: 5 – 15; Punizioni: 19 – 22; Angoli: 5 – 7; Fuorigioco: 2 – 1; Falli: 20 – 20; Recupero: 0 minuti primo tempo, 7 minuti secondo tempo.

TOP 90ESIMO –  Edoardo Goldaniga 7: Il giocatore sicuramente più in palla di oggi e l’unico, insieme a Diamanti, a dare il massimo e crederci fino alla fine. E’ attento in difesa ed è in grado di concedere poco. Bravo anche in attacco: segna il gol dell’1-1, che però vale ben poco per un Palermo ormai già matematicamente retrocesso in Serie B.

FLOP 90ESIMO –  Mato Jajalo 5: Spesso distratto e impreciso, compie diversi errori e lo fa in diverse zone del campo. Suo l’errore fatale che permette ad Inglese di involarsi verso la porta, frangente nel quale Bruno Henrique non poteva fare altro al di fuori di quello che ha fatto.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008