Tra i match delle 15.00 di questa 12^ giornata di Serie A c’è quello del Bentegodi tra Chievo Napoli.

Gli azzurri affrontano la loro bestia nera che per tanti campionati ha intralciato il loro cammino. Grazie al pareggio strappato dal Torino contro l’Inter, gli uomini di Sarri con una vittoria hanno la possibilità di portarsi a cinque lunghezze dai nerazzurri. I padroni di casa, però, non saranno di certo in vena di regali e proveranno ancora una volta a rovinare la festa al Napoli.

CHIEVO (4-3-2-1): Sorrentino 7.0; Cacciatore 6.5, Tomovic 6.5, Gamberini 6.5, Gobbi 6.5; Depaoli 6.5 (76′ Bastien 6.0), Radovanovic 6.5, Hetemaj 6.0; Birsa 6.0 (62′ Meggiorini 6.0), Castro 6.5; Inglese 6.0 (85′ Stepinski s.v.). All.: Rolando Maran 6.5

NAPOLI (4-3-3): Sepe 6.0; Hysaj 6.0, Albiol 6.5, Koulibaly 6.0, Mario Rui 5.5 (66′ Maggio 5.0); Zielinski 5.5 (72′ Allan 6.0), Jorginho 5.5, Hamsik 5.5; Callejon 5.5 (79′ Ounas 6.0), Mertens 4.5, Insigne 6.5. All.: Maurizio Sarri 5.5

PRIMO TEMPO

La prima frazione della gara del Bentegodi è all’insegna dell’equilibrio. A provarci di più però (com’era prevedibile) è il Napoli, che come suo solito spinge fortissimo. Al 5′ ha la possibilità di andare in vantaggio con Albiol, che colpisce di testa da un corner sulla destra. Il suo tentativo però è debole e viene bloccato da Sorrentino. Al 19′ la replica degli azzurri: Insigne fa il suo solito movimento a rientrare dalla sinistra e calcia in porta, ma il suo tiro a giro viene prontamente respinto dal portiere con un volo plastico. Il Chievo subisce le offensive del Napoli che lo costringe a schiacciarsi, tant’è che al 23′ rischia seriamente di subire il gol dello svantaggio ad opera di Callejon, che da posizione favorevole spreca calciando malamente il pallone a lato alla destra della porta. Al di là delle occasioni, comunque, sono tanti gli errori tecnici da entrambe le parti, per cui il primo tempo finisce a reti inviolate.

SECONDO TEMPO

La ripresa è praticamente la fotocopia dei primi 45′. Il Chievo resta compatto e chiude tutte le linee di passaggio al Napoli, in netto calo fisico e mentale. Davvero poco o niente in termini di azioni da gol nel secondo tempo, se non il tiro al 91′ di Insigne, l’unico dei suoi ad inquadrare lo specchio della porta in questa partita. Sorrentino, ancora una volta, è presente e para.

Il Napoli, dunque, non approfitta del mezzo passo falso dell’Inter e, anzi, permette alla Juventus di avvicinarsi grazie al successo per 2-1 sul Benevento.

Marcatori: –
Ammoniti:
Radovanovic (CHI), Mario Rui (NAP), Zielinski (NAP), Koulibaly (NAP)
Espulsi: –
Tiri (in porta):
Chievo 3 (1) – Napoli 19 (5)
Possesso palla:
Chievo 27% – Napoli 73%
Note:
recupero p.t. 2′; recupero s.t. 5′
Arbitro: 
Davide Massa (sez. Imperia)

TOP 90 – Sorrentino (CHI): merito al Chievo di aver impedito al Napoli di penetrare in area di rigore, ma soprattutto al portiere clivense per aver disinnescato prontamente i (pochi) tentativi degli attaccanti azzurri. Sempre presente.

FLOP 90 – Mertens (NAP): quello di oggi è il lontano parente del solito Mertens. Chiuso nella morsa dei difensori del Chievo, l’attaccante belga ha mostrato poca lucidità nelle poche occasioni in cui ha avuto il pallone tra i piedi.

CONDIVIDI
Ho 22 anni e nella vita studio, per l'esattezza frequento la facoltà di Culture digitali e della Comunicazione alla Federico II di Napoli. Sogno di vivere un giorno grazie al giornalismo sportivo. Amo la musica e suono la chitarra da circa dieci anni. Redattore anche di IamNaples.it