Grazie ad un immenso regalo da parte di Cacciatore, sfortunatamente scivolato in zona pericolosa, il Bologna al 90′ ha segnato il 3-2. A siglarlo è stato Destro, autore di una splendida doppietta.

L’impressione, però, è che la squadra di Roberto Donadoni non abbia mai tenuto sotto controllo il match ed il doppio pareggio subito ne è stata la prova. Il tecnico rossoblù, infatti, non è apparso pienamente soddisfatto ai microfoni di Sky Sport: “Queste sono gare che devi saper chiudere, quando ti capitano delle opportunità importanti. Contro una squadra fisica e tosta qualcosa può sempre saltar fuori, qualche piccola incertezza la puoi concedere. I tre punti sono importanti, ma abbiamo palesato poca convinzione in determinate occasioni. Queste gare si possono portare a casa con più facilità. Dobbiamo cercare qualcosa dentro noi stessi, servono consapevolezza e convinzione. Se non lo capiscono con le buone, lo farò capire con le cattive”.

Su Destro: “Al di là dei due gol che sono una manna per lui e per la squadra, mi è piaciuto l’impatto, la convinzione. E’ stato determinante. E questo deve essere la normalità per lui. Sono felice per lui, ma non deve rimanere una chicca isolata”.

Su Mirante:: “Ha dimostrato che a Bologna non c’è un caso-portiere con due o tre parate fondamentali”.

Su Verdi:“Può e deve fare di più. Al di là del gol, mi aspettavo un po’ di più. Oltre a ciò che ha fatto stasera, far di più vuol dire che chi un giorno lontano lo prenderà avrà davvero un giocatore straordinario. Ha una potenzialità non del tutto inespresso”.

CONDIVIDI
Ho 22 anni e nella vita studio, per l'esattezza frequento la facoltà di Culture digitali e della Comunicazione alla Federico II di Napoli. Sogno di vivere un giorno grazie al giornalismo sportivo. Amo la musica e suono la chitarra da circa dieci anni. Redattore anche di IamNaples.it