Luca Campedelli, presidente del Chievo, è intervenuto ai microfoni dell’Italpress, dove ha parlato dell’amichevole con il Napoli e delle scelte di mercato del club gialloblu.

Mi hanno detto che abbiamo fatto una buona partita, ma è un calcio che ancora non conta. Non porta punti, certo prestigio visto che si parla del Napoli, ma dobbiamo pensare al campionato. Questo non è neppure calcio d’agosto, ma addirittura di Luglio.

Tanti anziani in squadra? Preferiamo fare un giusto mix. Abbiamo dei calciatori un po’ avanti con l’età, ma quest’anno abbiamo iniziato a ringiovanire. Mi sembra sbagliato correre sempre dietro ai giovani. Ci sono giovani bravi, ma c’è anche qualche giocatore più esperto altrettanto bravo. Sarebbe un peccato perdere queste professionalità e queste capacità che hanno. Se un giocatore può e lo merita, non vedo perché non possa continuare a giocare”.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008