Conclusi gli europei con la vittoria azzurra, è tempo ora, per le squadre di Serie A, di buttarsi a capofitto sulla nuova stagione attraverso tutti gli aspetti che la riguardano. Dalla presentazione delle maglie e dei calendari fino ad arrivare, ovviamente, al mercato per regalare ai propri allenatori delle rose competitive in vista della Serie A 2021/2022. E’ questa la mission, ovviamente, anche di Giuseppe Marotta e Piero Ausilio che vogliono soddisfare le richieste del neo-tecnico Simone Inzaghi.

Il calciomercato degli esuberi

La situazione di casa Inter è oramai nota a tutti. Vendere per raggiungere un utile di 70/80 milioni e vendere per abbassare del 15% il monte ingaggi. Entrate? A prezzi contenuti e acquisti alla “Marotta” ovvero parametri 0 come Chalanoglu.

Vendendo Hakimi al Psg, Marotta e Ausilio si sono assicurato un grosso gruzzolo, una buona base su cui costruire l’utile da raggiungere a fine mercato. Il resto verrà portato, a meno di offerte irrinunciabili, dai cosiddetti esuberi. Ma chi possiamo considerare tale?

È notizia fresca delle ultime ore la rescissione del contratto di Joao Mario che è tornato in Portogallo accasandosi al Benfica e scatenando le polemiche dello Sporting Lisbona. C’è molta perplessità intorno a questo “trasferimento” in cui l’Inter si trova a risparmiare solo l’ingaggio rifiutando i soldi, che seppur al ribasso, aveva offerto lo Sporting (da 7,5 a 3,5). La clausola anti-portoghesi ha giocato un ruolo importante, ma la sensazione è che il Benfica possa pagare il cartellino di qualche altro esubero, Lazaro ad esempio, per sistemare le cose, anche se l’esterno, ad ora, non sembra convinto della destinazione. Oggi è anche risultato positivo al Covid, al calciatore auguriamo una pronta guarigione.

Detto di Joao Mario e Lazaro, gli altri due esuberi maggiori sono, sicuramente, Nainggolan e Vidal nonostante il reparto sia orfano di Eriksen e Sensi è giocatore fragile. Il giocatore belga dovrebbe tornare a Cagliari, mentre il cileno ha proposte da club del Sud America.

Oltre a questi nomi di primo impatto alla voce esuberi ci sono altri giocatori, soprattutto tra i giovani come Di Marco, che in caso rimangono saranno ben considerati da Simone Inzaghi e, al tempo stesso, un’offerta per loro potrebbe essere valutata attentamente. Chi verrà quasi sicuramente ceduto è Dalbert mai entrato nelle grazie effettive della società nerazzurra

Chi si toglie, a questo punto, dalla lista esuberi sono Kolarov, che ha rinnovato per un anno e Vecino destinato a rimanere in quanto elemento gradito al neo tecnico nerazzurro.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008