La telenovela Milan – Donnarumma sembra ormai essere ai titoli di coda. La società non avrebbe ulteriormente tollerato le richieste dell’estremo difensore e del suo agente, Mino Raiola, che avrebbe chiesto ben venti milioni di sola commissione. La dirigenza, infatti, ha voluto dare un messaggio forte: il bene del Milan viene prima di tutto. Manifesto di ciò è stato l’acquisto di Mike Maignan, portiere del Lille, neo campione di Francia e soprattutto futuro estremo difensore titolare del Diavolo. Maignan in stagione aveva già incontrato il Milan, da avversario ai gironi di Europa League. Nel doppio confronto aveva collezionato una porta inviolata all’andata e subendo una rete soltanto al ritorno. Ma chi è “il nuovo Dida“, come alcuni tifosi sui social l’hanno affettuosamente definito?

L’esordio di Maignan

Nato il 3 giugno 1995 in Guyana francese, inizia come centrocampista per poi passare al suo attuale ruolo: il portiere. Dal 2009 al 2015 milita nelle giovanili del Paris Saint Germain. Il suo debutto in prima squadra avviene lo stesso anno, ma con la maglia della sua nuova squadra: il Lille. L’esordio del francese sembra essere la trama di un film: entra per sostituire il primo portiere, appena espulso, e para un rigore. Due anni dopo guadagnerà la il posto da titolare. Il suo percorso con i mastini si è da poco concluso nel migliore dei modi, con la vittoria della Ligue 1 (il Lille infatti è arrivato primo, con appena 1 punto in più della seconda classificata, il PSG).

Maignan è anche uno dei portieri coinvolti nel giro della nazionale francese. Il suo debutto con i campioni del mondo in carica avviene il 7 ottobre 2020. Un anno dopo Deschamps lo convocherà per gli imminenti europei.

Maignan e Ibrahimovic: vecchie conoscenze

L’ormai prossimo ex Lille giunge all’ombra della Madonnina, sponda rossonera naturalmente, per 13 milioni più 2 di bonus, secondo quanto riportato da Antonio Vitiello (direttore di Milan News) su Twitter. Un affare molto vantaggioso, se pensiamo che Transfermarket lo valuta ben 25 milioni. Il neo acquisto dei rossoneri, comunque, conosce già uno dei suoi prossimi compagni di squadra: parliamo naturalmente di Zlatan Ibrahimovic, incontrato ai tempi del PSG.

Da stamane circola infatti una vecchia intervista di Maignan a France Fottoball: “Ricordo un allenamento, a 17 anni, al primo anno da professionista. Ibra calciava pallonate a 400 all’ora, nemmeno dovesse fare gol a Buffon o a Julio Cesar. Non riuscivo a parare e allora mi dice: «Sei un portiere di m***a». Solo che subito dopo gli paro un tiro e là non potevo non rispondergli a tono, così gli ho detto: «E tu sei un attaccante di m***a» Sul momento – riporta sport.sky.itmi ha ignorato ma poi in spogliatoio mi ha detto che mi apprezzava e ho capito che mi piaceva non solo come giocatore ma anche come persona”.

Le caratteristiche di Maignan

Alto 1 metro e 91 centimetri, Mike Maignan, secondo whoscored.com, sarebbe affidabile sia nelle parate ravvicinate che su quelle dalla lunga distanza. Il suo punto debole, invece, sarebbe il rinvio lungo. Il francese sarebbe anche un ottimo para rigori grazie alla sua capacità di concentrazione e reattività (in campionato ne ha parati 1 su un totale di 2 subiti). Inoltre, secondo quanto riportato da Nbc Sports, Maignan ha concluso la Ligue 1 2020/2021 con il 79,1% di parate in relazione ai tiri subiti, collezionando peraltro ben 21 clean sheet. Per capire la qualità di questi numeri, basti pensare ai corrispettivi valori di Keylor Navas, portiere del PSG: 80.4% di parate, 13 clean sheet.

Fonte immagine in evidenza: radiorossonera

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista dal 2017, tifoso del Milan dal 1996. Nato a Catania, studia giurisprudenza e ama scrivere di calcio ed attualità. Ha pubblicato un libro dal titolo "CircoStanze" con la casa editrice "Prova d'Autore".

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008