CHAMPIONS LEAGUE – Pericolo Real per la Juve, City e Liverpool da evitare per Napoli e Inter. L’Atalanta spera nel terzo posto

TOPSHOT - The Champions League Trophy stands on display during the UEFA Champions League football group stage draw ceremony in Monaco on August 24, 2017. / AFP PHOTO / VALERY HACHE (Photo credit should read VALERY HACHE/AFP/Getty Images)

Juventus, Napoli, Inter ed Atalanta oggi alle 18.00 al Grimaldi Forum di Monte Carlo conosceranno le rispettive avversarie della fase a gironi di Champions League. Il raggruppamento più insidioso potrebbe risultare alla debuttante Atalanta, ma andiamo ad analizzare le quattro fasce e le possibili insidie di tutte le formazioni italiane partecipanti alla fase a gironi.

Prima fascia: Liverpool (Campione d’Europa), Chelsea (Vincitore Europa League), Manchester City (Campione d’Inghilterra), Bayern Monaco (Campione di Germania), Benfica (Campione di Portogallo), JUVENTUS (Campione d’Italia), Paris Saint Germain (Campione di Francia), Barcelona (Campione di Spagna) e Zenit (Campione di Russia)

La formazione di Sarri, dopo un calciomercato che ha aggiunto ancora più qualità all’organico e una partenza senza problemi contro il Parma sabato, punta a migliorare il risultato ottenuto da Allegri lo scorso anno, quando CR7 e compagni vennero fermati dall’outsider Ajax ai quarti di finale. Da campione d’Italia la Vecchia Signora è in prima fascia, insieme a Liverpool, Manchester City, Chelsea, Bayern Monaco, Psg, Zenit e Barcelona. Evitate dunque le insidie dei campioni d’Inghilterra e dei campioni d’Europa, i pericoli reali per la Juventus sono tutti nella seconda fascia: il Real di Zidane, l’Atletico di Simeone e il Tottenham di Pochettino (finalista nell’ultima edizione) potrebbero dare più di un pensiero agli uomini di Sarri. In terza e quarta fascia troviamo poche compagini all’altezza dell’undici bianconero, ma in caso di girone con una delle tre citate sopra e Valencia e Lipsia (provenienti da terzo e quarto gruppo), Ronaldo e compagni avrebbero delicate sfide esterne.


Seconda Fascia: Atletico Madrid, NAPOLI, Tottenham, Real Madrid, Borussia Dortmund, Shakhtar e Benfica,

In seconda fascia con Real e Atletico Madrid, la formazione di Carlo Ancelotti spera in un’urna più benevola rispetto a quella della scorsa stagione, quando dalla prima e terza fascia uscirono PSG e Liverpool, le quali costrinsero gli azzurri all’Europa League. Le due formazioni quest’anno sono entrambe in prima fascia e, mentre la squadra di Klopp pare essere sempre più forte come confermato dalle prime tre giornate di Premier League, i francesi in Ligue 1 hanno già perso l’imbattibilità e la situazione sembra tutt’altro che serena. Zenit e Chelsea rappresenterebbero le corazzate più abbordabili della prima fascia, da evitare Manchester City e Liverpool. Nel terzo e nel quarto raggruppamento, oltre alle sopracitate Valencia e Lipsia (dove l’ultimo Napoli di Sarri vendette cara la palle in Europa League), Bayer Leverkusen e Lione rappresentano le insidie maggiori, soprattutto nei rispettivi stadi. Attenzione anche alla Stella Rossa, che l’anno scorso costrinse il Napoli al pareggio esterno per 0-0.

Terza Fascia: Bruges, Bayer Leverkusen, Lione, Olympiakos, Valencia, INTER, Dinamo Zagabria, Salisburgo.

Mentre gli uomini di Conte hanno le stesse insidie di Ancelotti per quanto riguarda la fascia dei campioni, l’allenatore pugliese ha diversi possibili pericoli in seconda fascia: il Tottenham, già incontrato lo scorso anno e finalista di Champions, il Real Madrid di Zidane e l’Atletico di Simeone risultano le insidie maggiori per l’undici nerazzurro. L’obiettivo dell’Inter è migliorare il risultato dello scorso anno e, in caso di sorteggio con una tra Shakhtar, Ajax, Benfica e Borussia Dortmund, la formazione meneghina ha più di una possibilità di passare il turno.

Quarta fascia: Genk, Galatasaray, Slavia Praga, Stella Rossa, ATALANTA, Lipsia, Lokomotiv Mosca, Lille.

L’obiettivo della dea, debuttante nella massima competizione europea, è non sfigurare, ma un terzo posto in caso di urna benevola non è utopia: in terza fascia Gomez e compagni giocano ad armi pari con Leverkusen e Salisburgo, mentre da temere ci sono Lione e Valencia; con tutte le altre l’Atalanta ha molte chance per giocarsi la terza posizione. Il passaggio del turno potrebbe iniziare ad essere un obiettivo in caso di sorteggio con Zenit e Benfica provenienti dalle prime due fasce: non ci resta che aspettare le 18 per sapere i gironi di Champions (e i rispettivi calendari) di Juventus, Inter, Napoli e Atalanta

CONDIVIDI
Guardo e studio il calcio da 20 anni con gli occhi di un bambino che vede Ronaldinho in azione per la prima volta.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008