Continua il nostro viaggio alla scoperta della prossima edizione della Champions League. Il girone F della massima competizione continentale vedrà impegnato il Napoli, squadra situata nella terza fascia, in un girone che non dovrebbe risultare proibitivo per gli azzurri ma che potrebbe rivelare delle insidie inaspettate. Il sorteggio ha assegnato agli azzurri Shaktar DonetskManchester CityFeyenoord come rivali; nell’approfondimento odierno andremo ad analizzare le 4 squadre impegnate nel girone.

SHAKHTAR DONETSK

Gli ucraini tornano ai gironi di Champions League dopo l’assenza dello scorso anno. La squadra, allenata dal portoghese Paulo Fonseca, non è cambiata molto nei titolari tranne che per la cessione di Oleksandr Kucher, andato al Kayserispor. Il punto di forza è sicuramente la trequarti, con il trio brasiliano formato da Marlos, Taison Bernard, ex golden boy del calcio carioca, che potrebbe creare problemi a qualsiasi difesa. Il reparto difensivo sarà guidato come sempre dal capitano Darijo Srna, giunto ormai alla quattordicesima stagione con il club ucraino con il quale ha vinto 9 titoli d’Ucraina e soprattutto 1 Coppa Uefa nel 2008-09.

Lo Shakhtar ha iniziato il proprio campionato con 18 punti raccolti in 7 giornate, con l’unica sconfitta che è arrivata in casa contro la Dinamo Kiev, attualmente seconda in classifica a 2 punti di distanza ma con una giornata in meno. Gli ucraini, sorteggiati dalla prima fascia, non sembrano un avversario temibile ma la trasferta a Leopoli, sede del club dal 2014, potrebbe rivelarsi pericolosa. Di seguito la formazione tipo del club ucraino:

SHAKHTAR DONETSK (4-2-3-1): Pyatov; Srna, Krivtsov, Rakitskiy, Ismaily; Alan Patrick, Stepanenko; Marlos, Taison, Bernard; Ferreyra. All.: Fonseca.

MANCHESTER CITY

Citizens di Pep Guardiola partono favoriti nel girone dopo aver confermato in blocco i titolari dello scorso anno e dopo l’ennesima campagna acquisti faraonica, con 244 milioni spesi per puntare finalmente alla consacrazione a livello europeo. Il reparto maggiormente rinforzato è stato quello difensivo con gli acquisti di Walker, Danilo Mendy sulle fasce e con l’arrivo di Ederson per prendere il posto di Bravo in porta.

Davanti è arrivato Bernardo Silva dal Monaco per 50 milioni, cifra bassa per la piega assunta dal calciomercato nell’ultimo mese. A centrocampo non manca sicuramente la qualità, con De Bruyne David Silva pionieri del calcio amato dal tecnico spagnolo. In attacco agirà il solito Kun Aguero con alle sue spalle Gabriel Jesus pronto a rubargli il posto a stagione in corso. I blues hanno raccolto finora 7 punti in 3 partite di campionato, con l’unico pari arrivato in casa contro l’Everton. Questo dovrà essere l’anno della verità per Guardiola dopo il fallimento dello scorso anno con 0 trofei. Di seguito la formazione tipo del club inglese:

MANCHESTER CITY (4-1-4-1): Ederson; Walker, Kompany, Stones, Mendy; Fernandinho; Bernardo Silva, De Bruyne, David Silva, Sanè; Aguero. All.: Guardiola.

NAPOLI

Gli azzurri sono arrivati all’anno della svolta. Dopo il record di punti in campionato ottenuto lo scorso anno e l’eliminazione agli ottavi per mano del Real Madrid, nonostante due grandi prestazioni, il Napoli è pronto a ripartire più agguerrito che mai. La squadra è stata confermata in blocco, con nessuna cessione importante e con acquisti mirati a rinforzare la panchina. In porta è stato confermato Reina, il quale ha deciso di restare nonostante l’interesse del PSG.

In difesa Koulibaly rappresenta la colonna portante e con Albiol forma una coppia affiatata e solida. Hamsik è l’unico intoccabile a centrocampo mentre Jorginho, Allan, Diawara e Zielinski si alterneranno per gli altri due posti, con i primi due che partono favoriti vista la maggior esperienza. L’attacco è confermatissimo con il tridente leggero formato da Insigne, Mertens e Callejon che può creare grossi problemi a tutti, con Milik Ounas pronti dalla panchina. Ci sono tutte le premesse per fare bene, con i partenopei che dovrebbero battagliare con il Manchester City di Guardiola per il primo posto, ma dovranno stare attenti alle altre due compagini del girone. Di seguito la formazione tipo del club italiano:

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne. All.: Sarri.

FEYENOORD

I campioni d’Olanda tornano alla fase a gironi di Champions League 15 anni dopo l’ultima partecipazione. La squadra non ha subito rivoluzioni nonostante gli addii pesanti di Kongolo, ceduto al Monaco, Karsdorp, sbarcato alla Roma, ed Elia, andato all’Istanbul Basaksehir. In porta è stato confermato Jones, autore di un’ottima stagione lo scorso anno. Sull’out destro agirà Diks, arrivato in prestito dalla Fiorentina, mentre al centro ci sono Botteghin e Van Der Heijde, i quali hanno formato la migliore coppia del campionato olandese, mentre Haps, arrivato dall’AZ Alkmaar, sostituirà Kongolo.

I due mediani sono ancora El Ahmadi e Vilhena mentre sulla trequarti è arrivato Boetius per completare il reparto con Toornstra e Berghuis, il quale dovrà reggere la concorrenza del neo acquisto Sam Larsson, funambolo svedese. Nicolai Jorgensen guiderà l’attacco dopo le 21 reti siglate nella scorsa stagione. Gli olandesi di van Bronckhorst non partono con i favori del pronostico ma il loro gioco offensivo potrebbe causare molti problemi alle difese avversarie. Di seguito la formazione tipo della compagine olandese:

FEYENOORD (4-2-3-1): Jones; Diks, Botteghin, Van der Heijde, Haps; El Ahmadi, Vilhena; Berghuis, Toornstra, Boetius; Jorgensen. All.: van Bronckhorst.
APRI un CONTO con bet365 e RICEVI IL SUPERBONUS per i nuovi giocatori del 100%.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008