Champions League, gruppo C: Atalanta possibile sorpresa, City super favorita

All’inizio della scorsa stagione era poco più di un sogno. Eliminati ai preliminari di Europa League, giocatori e tifosi dell’Atalanta probabilmente potevano solo sognare di tornare in Europa. Potevano solo sognare di entrare di diritto in Europa e dalla porta principale. Nessuno poteva prevedere che i bergamaschi sarebbero arrivati in Champions League. Qualità, idee e continuità però hanno fatto meritare ai nerazzurri un posto tra le grandi.

L’obiettivo ora deve essere divertirti, sognare e far sognare i tifosi. L’urna non è stata “cattiva”. Le avversarie saranno Manchester City, Shakhtar Donetsk e Dinamo Zagabria. Andiamo ad analizzare le avversarie del team italiano.

MANCHESTER CITY – Poco da dire ormai su una delle favorite alla vittoria finale. Una vera e propria corazzata in grado, grazie all’enorme talento a disposizione, di risolvere la partita in qualsiasi momento. Quest’anno ha aggiunto altra qualità con Rodri a centrocampo e Cancelo come terzino destro. Un top team che dovrebbe schierare il seguente undici titolare: Ederson; Walker (CANCELO), Stones, Laporte, Mendy; De Bruyne, RODRIGO, D. Silva; B. Silva (Mahrez), Aguero, Sterling. Quasi impensabile fare punti contro questa squadra ma sarà un’ottima occasione per l’Atalanta di accumulare esperienza internazionale e provare a sognare.

SHAKHTAR DONETSK – Una squadra sempre abbastanza sottovalutata da tutto ma con tantissima esperienza internazionale. Un mix di giovani e veterani, una squadra piena zeppa di brasiliani super talentuosi pronti a mettersi in evidenza per spiccare il volo nel grande calcio. L’undici tipo dovrebbe essere il seguente: Pyatov; Dodô, Khocholava, Matviyenko, Ismaily; Stepanenko, Tetè; Marlos, Kovalenko, Taison; Junior Moraes. La punta di diamante è sicuramente Taison. Ala veloce, tencica e imprevedibile. Avrebbe voluto andar via in questa sessione di mercato, avrebbe voluto raggiungere Fonseca a Roma ma la squadra ucraina ha opposto una forte resistenza.

DINAMO ZAGABRIA – La mina vagante del girone. Potrebbe fare zero punti o dar fastidio a chiunque in ogni partita. Una squadra che prova a giocare un calcio propositivo ma che ha evidenti lacune tecniche. L’undici tipo è il seguente: Livakovic; Stojanovic, Dilaver, Peric, Leovac; Hajrovic, Ademi, Moro, Orsic; Dani Olmo; Petkovic. La punta di diamante della squadra è Dani Olmo, trequartista di enorme talento, già accostato ai top team europei. L’attaccante titolare è Petkovic che abbiamo visto anche in Italia, in Serie A con la maglia del Bologna, oltre che in B a Trapani. In panchina un’altra vecchia conoscenza del nostro calcio: Nenad Bjelica, ex tecnico dello Spezia.

Considerazioni finali

Il terzo posto nel girone e quindi i sedicesimi di finale di Europa League, è ampiamente alla portata dell’Atalanta. Facendo le giuste partite contro lo Shkahtar Donetsk anche il secondo posto potrebbe essere un obiettivo dei nerazzurri.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008