La rivoluzione relativa alla Champions League si sta inziandonad identificare. Dalla stagione 2018 sino al 2021 la Rai trasmetterà, ogni mercoledì, una partita di un’italiana in questa competizione, secondo quanto riportato da la Repubblica.

Si avvicina cosi un cambiamento epocale, dove la Rai non voleva e non poteva stare fuori. Da tale stagione, con quattro italiane ammesse, la Championa verrà identificata come una Superlega con partite suddivese in fasce orarie, ovvero alle 19 e alle 21. Mediaset che attualmente detiene i diritti relativi a tale competizione difficilmente farà un offerta ma, salvo soprese, la Champions tornerà sui canali Sky. Quest’ultima piattaforma pagherà circa 200 milioni a stagione, meno di quello che paga ora Mediaset, girando 40 milioni alla Rai, un affare per tutti.

La Rai garantirà così 15 grandi serate, di mercoledi, dedicate interamente alla Champions; solo che attualmente a viale Mazzini c’è un problema tecnico: visto le dimissioni del Dg Dall’Orto, sarà un altro consigliere a mettere la firma, per poi comunicare il suo accordo con Sky.

CONDIVIDI
Classe 1994, studia Scienze Politiche e Relazioni Internazionali. Sabino di nascita e napoletano di adozione, coltivo la passione per il calcio e per la scrittura tanto da analizzare tutto ciò che ruota intorno a tale sport. Obiettivi futuri? Descrivere un calcio che unisce e da speranza a tutte le persone, senza differenze tra colori e categorie.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008