#CesenaSalernitana, Castori: “Avevamo in pugno la partita ma ci siamo rilassati. Ci prendiamo le nostre responsabilità”

Il tecnico del Cesena Fabrizio Castori è intervenuto ai microfoni di Sky Sport al termine del match disputato, e pareggiato per 3-3, dalla sua squadra contro la Salernitana, valido per la 14esima giornata del campionato di Serie B ConTe.it 2017-18.

L’allenatore dei bianconeri ha affermato che è stato un peccato gettare una partita in questo modo visto che avevano il match in pungo, erano avanti di 2 gol ed avevano un uomo in più. L’ex Carpi ha affermato che tutti si sono rilassati, commettendo degli errori che hanno permesso alla Salernitana di tornare in gara ed agguantare il pareggio.

Ecco le parole di Castori:

Come possiamo analizzare la sfida di oggi?
“Oggi è stato un peccato, avevamo in pugno la partita. Abbiamo espresso grande calcio, abbiamo giocato un primo tempo straordinario. Purtroppo abbiamo subito il ritorno della Salernitana, mi sento di dire che oggi abbiamo delle responsabilità su cui dobbiamo riflettere. Eravamo avanti di due goal e con un uomo in più, dovevamo portarla a casa. Ci siamo rilassati, abbiamo commesso un errore di concentrazione”.

Merito anche della Salernitana?
“Senza nulla togliere alla Salernitana, abbiamo commesso noi gli errori. I meriti dell’avversario ci sono, ma dobbiamo fare mea culpa. Siamo una squadra che lotta per la salvezza, una vittoria sarebbe stata una manna dal cielo. Non ci resta che mantenere questo atteggiamento e non farci prendere dal pessimismo. Dobbiamo correggere questi errori che poi sono determinanti”.

Dieci punti persi nei secondi tempi: secondo te cosa manca?
“Bisogna vedere anche altri dati, metterla sotto questo punto di vista è molto relativo. Per me si semplificano le cose, perché in alcuni casi eravamo sotto e abbiamo recuperato. Le partite durano novanta minuti”.

CONDIVIDI