Prima della sfida in casa della Pro Vercelli, il tecnico del Cesena Andrea Camplone ha cercato di analizzare il momento della squadra durante la consueta conferenza stampa di vigilia: “Questa trasferta andrà affrontata con serenità, in questo momento essere particolarmente nervosi o isterici non semplifica di certo le cose. In settimana ho cercato di trasmettere tranquillità alla squadra e all’ambiente in modo da concentrarsi sulla partita che per noi dovrà essere un banco di prova importante. Andremo a Vercelli per giocarcela a viso aperto, abbiamo bisogno di punti, di una vittoria che ci dà morale e ci fa crescere a livello mentale”. 

Successivamente ha commentato la possibilità di vedere cambi tattici all’interno dello scacchiere bianconero: Cambi tattici? Più che di cambiamenti parlerei di alternativa tattica, stiamo lavorando per cercare nuove soluzioni da apportare in questo momento di difficoltà. Valuteremo se iniziare la partita con il classico modulo di gioco o meno, sarà determinante comunque l’equilibrio tra i reparti. In situazioni come queste ogni giocatore vorrebbe salvare la “barca” con una giocata ma si tratta di un errore, bisogna avere lucidità e cercare di mettere in condizione il compagno di far goal, chiunque esso sia”.

Infine ha concluso: Quale aspetto da migliorare? A mio avviso in fase di possesso e nella gestione palla stiamo faticando troppo, serve maggior intraprendenza e personalità. Di testa dobbiamo sentirci liberi e mettere in pratica ciò che proviamo in allenamento e con la stessa determinazione, solo una vittoria può liberarci da questa sorta di blocco mentale”.

 

 

CONDIVIDI
Classe 1994, studia Scienze Politiche e Relazioni Internazionali. Sabino di nascita e napoletano di adozione, coltivo la passione per il calcio e per la scrittura tanto da analizzare tutto ciò che ruota intorno a tale sport. Obiettivi futuri? Descrivere un calcio che unisce e da speranza a tutte le persone, senza differenze tra colori e categorie.