Finisce 1-1 Catania-Casertana, match valevole per la 16° giornata di Serie C.
I padroni di casa distano solo un punto in classifica dalla compagine campana. Entrambe le squadre sono in cerca di una vittoria per rientrare in zona play off.

In un Massimino deserto, come ai tempi degli scontri che vi furono fra i tifosi di Catania e Palermo che portarono prima la squalifica del campo e poi l’impossibilità di assistere alle partite in casa, si tocca, nuovamente, uno dei punti più bassi della gestione Pulvirenti. Di settimana in settimana i rossoazzurri riescono a sorprendere negativamente la piazza o per vicende societarie o per débâcle all’interno del rettangolo di gioco.

Dopo un discreto inizio gli etnei calano e la Casertana riesce a portarsi in vantaggio a 9 minuti dalla fine del primo tempo con l’incornata vincente di Caldore, che sfrutta il calcio di punizione conquistato sulla trequarti.

Complice il terreno di gioco in condizioni proibitive o la scarsa condizione fisica/mentale da parte delle due squadre, finisce un brutto primo tempo, degno di essere giocato fra i dilettanti e non fra i professionisti.

Il match segue lo stesso andazzo anche nel secondo tempo. Gli errori tecnici da parte delle due formazioni sono innumerevoli ma il Catania è sicuramente più in palla rispetto alla prima frazione di gioco. Il club di via Magenta produce buone azioni offensive prima di trovare la rete del pareggio che nasce da un calcio di punizione calciato da Mazzarani e ribadito in rete da Davis Curiale, che trova il secondo goal nell’arco di quattro giorni. Azione molto simile rispetto a quella con cui erano passati in vantaggio gli ospiti.

I rossoazzurri sfiorano per più volte in vantaggio, soprattutto con due grandi occasioni mal sfruttate da parte di Lele Catania che prima spara alto sopra la traversa a tu per tu con Crispino e poi cilecca il pallone crossato da Pinto.

Nel finale spazio al nulla cosmico da parte di entrambe le squadre che riescono a sbagliare quasi tutti i passaggi effettuati. A nulla servono i due cambi di modulo da parte di Lucarelli che prima manda fuori Biagianti per Di Molfetta schierandosi con un offensivo 4-4-2 per poi virare al 4-3-3 provando a sfruttare la qualità di Lodi che sembra un lontano parente rispetto al giocatore visto in campo fino a 2 mesi fa.

Finisce così al Massimino una brutta partita con un pareggio che serve a poco sia al Catania sia alla Casertana.

Per onestà intellettuale bisogna anche dire che l’arrivo di Lucarelli sin ora non ha rispettato le attese. Un tabellino di marcia che è buono per una squadra che si deve salvare (1V-3P-1S) e non che deve ambire ad arrivare quantomeno ai play off. Il cambio di rotta ancora non è arrivato e il Catania va sempre più giù in classifica.

TABELLINO
CATANIA-CASERTANA 1-1
Marcatori:
Caldore al 36′, Curiale al 49′

CATANIA (3-5-2): Furlan; Biagianti (dal 63′ Di Molfetta), Silvestri, Esposito; Biondi (dal 63′ Calapai), Rizzo, Dall’Oglio, Mazzarani (dal 73′ Lodi), Pinto; Catania (dal 73′ Barisic), Curiale. A disp.: Martinez, Calapai, Noce, Pino, Marchese, Fornito, Llama, Lodi, Barisic, Rossetti, Di Molfetta. All: Lucarelli

CASERTANA (3-5-2): Crispino; Longo, Silva, Caldore; Adamo (dall’88’ Matese), D’Angelo, Santoro, Laaribi (dal 56′ Clemente), Zito; Starita (dal 76′ Floro Flores), Origilia (dal 56′ Paparusso). A disp.: Galluzzo, Zivkovic, Zivkov, Ciriello, Paparusso, Matese, Clemente, Floro Flores, Gonzalez, Varesanovic. All: Ginestra

ARBITRO: Davide Moriconi di Roma 2

ASSISTENTI: Massimo Salvalaglio di Legnano e Riccardo Vitali di Brescia.

AMMONITI: Curiale al 37′, Origlia al 39′, Pinto al 58′, Ginestra (dalla panchina) al 59′, Silvestri al 65′, Floro Flores ed Esposito al 91′

ESPULSI:

RECUPERO: 1′ pt; 4′ st.

INDISPONIBILI: Welbeck, Mbende, Sarno e Saporetti; Rainone, Castaldo, Lezzi, Cavallini, Lame

SQUALIFICATI: Bucolo e Di Piazza

DIFFIDATI: –

CONDIVIDI
Mi chiamo Edoardo Sergi, sono nato a Catania 21 anni fa e studio Economia Aziendale presso l'Università degli studi di Catania. Amo lo sport, specialmente il calcio. La mia più grande passione è quella di scrivere e raccontare storie di sport

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008