È il 16 Febbraio la data di termine perentorio in cui il Catania e tutte le società iscritte al campionato di Serie C sono chiamate a documentare alla F.I.G.C.-Co.Vi.So.C. alcuni importanti emolumenti. 

Si tratta, nello specifico, dell’avvenuto pagamento di tutti gli emolumenti dovuti per il secondo trimestre (1° ottobre – 31 dicembre) e per quelli precedenti, ove non assolti prima, in favore dei tesserati, dei lavoratori dipendenti e dei collaboratori addetti al settore sportivo con contratti ratificati. 

In relazione al medesimo trimestre, andrà documentato anche l’avvenuto pagamento delle ritenute Irpef, dei contributi Inps e Fondo Fine Carriera.

Tuttavia la società rossoazzurra non dovrebbe avere problemi a documentare il tutto. 

Fino a questo momento tutti i giocatori sono stati regolarmente pagati. 

Anzi alcuni hanno rinunciato al proprio stipendio come Di Piazza che non ha voluto pagate le ultime due mensilità per agevolare il Catania e il suo trasferimento al Catanzaro. 

Quindi filtra ottimismo da Torre del Grifo, Di Natale sa di poter arrivare tranquillo a questa importante scadenza. 

L’anno scorso questo debito ammontava a 300 mila euro. Non sono note le cifre che il sodalizio etneo dovrà versare nelle casse degli interessati in questa stagione. 

Il merito va anche dato all’ex ad Pietro Lo Monaco che è riuscito a disfarsi di ingaggi pesanti e di mettere da parte quel gruzzolo di soldi necessari per adempiere a tutti gli obblighi finanziari da qui a fine stagione. 

Il Catania può (momentaneamente) essere tranquillo.

CONDIVIDI
Edoardo Sergi, classe 1998 nato a Catania. Studio Economia Aziendale presso l'Università degli studi di Catania. La mia più grande passione è quella di scrivere e raccontare storie di sport.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008