Nel corso della scorsa settimana è letteralmente scoppiato il caso Schick, ad un passo dalla Juve ma momentaneamente non ufficializzato dopo le visite mediche in cui avevano riscontrato una presunta artemia cardiaca.

La Juventus aveva già l’accordo economico con la Samp, ma in seguito a questi problemi di salute l’affare potrebbe essere compromesso. Il presidente blucerchiato Ferrero non è però d’accordo sul responso medico emanato dalla Juve, convinto non si tratti di un problema grave.

Schick è sanissimo, se la Juve si tira indietro lo vendiamo a quattro club che sono pronti a comprarlo. Se non va alla Juve ce lo riprendiamo e aggiungo che è meglio così, visto che la clausola è decaduta e possiamo venderlo anche a 40-50 milioni” spiega Ferrero ai suoi dirigenti.

Tuttavia, oggi l’equipe medica del Gemelli di Roma sottoporrà Schick ad altre visite e successivamente dichiarerà se il problema evidenziato dal J Medical Center è rientrato o se invece persiste. Nel secondo caso Schick sarà costretto a rispettare un periodo di pausa agonistica di circa 2 mesi, e la Juve potrebbe lasciare il talento ceco alla Samp in prestito.

Ma Ferrero insiste: “Il ragazzo è sano, chi dovrà preoccuparsi è chi ha messo in giro certe voci che possono danneggiare l’immagine di un grande talento del calcio europeo

 

CONDIVIDI
15/10/99 Redattore di Novantesimo

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008