Attimi di paura ieri sul campo di allenamento del Porto. Nel corso della seduta improvvisamente il portiere Iker Casillas è stato colto da un malore e trasportato d’urgenza in ospedale.

Per l’ex campione del Real Madrid si è trattato di un infarto al miocardio per il quale ha subito anche un intervento chirurgico per l’inserimento di uno stent coronarico. Fortunatamente è stato solo un grosso spavento e tutto è andato bene, con lo stesso Casillas che con una foto pubblicata sul suo profilo Instagram ha rassicurato tutti.

Splendida notizia, dunque, per la sua vita futura, meno per il prosieguo della sua carriera da calciatore professionista. L’estremo difensore spagnolo, stando a quanto dichiarato da Juan Antonio Corbalan anch’egli ex giocatore del Real Madrid ma di basket ed attualmente cardiologo, non potrà infatti tornare a giocare: “Non si può giocare a calcio con uno stent coronarico – ha detto Corbalan agli spagnoli di TVE – soprattutto non può farlo un portiere. Iker tornerà a fare una vita normale, ma non sarà più uno sportivo professionista”.

CONDIVIDI
Ho 22 anni e nella vita studio, per l'esattezza frequento la facoltà di Culture digitali e della Comunicazione alla Federico II di Napoli. Sogno di vivere un giorno grazie al giornalismo sportivo. Amo la musica e suono la chitarra da circa dieci anni. Redattore anche di IamNaples.it