Caserta: “Due gli indisponibili per domani. Empoli tra le favorite, ma combatteremo”

Alla vigilia di Empoli-Juve Stabia, Fabio Caserta ha fatto il punto ai microfoni dei giornalisti presenti in sala stampa

La Juve Stabia si prepara al debutto: domani pomeriggio ore 18, le vespe scenderanno in campo per la prima di campionato contro l’Empoli. Questa mattina ha parlato, ai microfoni della stampa, il tecnico della squadra Fabio Caserta.

“I ragazzi hanno lavorato molto bene durante il ritiro– ha esordito il mister- non vediamo l’ora di iniziare”. L’ex centrocampista del Catania ha evidenziato le qualità della squadra toscana. “Sono attrezzati per vincere il campionato-dichiara-, ma se la mia squadra lotta come sa, non temo l’Empoli”.

Caserta è convinto che il suo gruppo possa sorprendere. “La nostra arma è la serenità”. Il segreto per fare bene, rivela il mister, è correre più velocemente degli altri, sopperire alle proprie mancanze con sacrifico e duro lavoro. “Dobbiamo dare tutto noi stessi”, ammette.

Il tecnico dovrà fare a meno di alcuni giocatori, in primis Mastalli che, a causa di un infortunio al crociato, non potrà essere protagonista in questi mesi. Ad Empoli mancheranno Izco e Del Sole, che però dovrebbero ritornare al massimo dopo la sosta. Allievi, invece, fermato la scorsa primavera per la rottura dei legamenti, è ritornato a lavorare in gruppo. Sarà necessario ancora un mese, un mese e mezzo di stop, prima di rivederlo in campo.

Per quanto riguarda il mercato, Fabio Caserta non si sbilancia: “Dei giocatori a disposizione sono contento”. La società, però, non smette di lavorare. Dopo le ufficialità di Kingsley Boateng e Cisse, e l’addio di Torromino alla Ternana, qualcosa in avanti si farà. Manca la famosa prima punta, il numero 9.

Dal punto di vista tattico, Caserta conferma i due moduli con cui la sua squadra ha fatto tanto bene la scorsa stagione: 4-3-3 e 3-5-2. E sull’ipotesi di vedere in campo Di Gennaro e Carlini insieme, Caserta risponde così: “I calciatori che sanno giocare a calcio possono giocare insieme”.

Non esistono obiettivi personale, ma di squadra, tiene a chiarire il mister. “Farò tanti errori, non conosco la categoria, ma da essi imparerò per migliorarmi”.

Umiltà, fame, concentrazione: Fabio Caserta traccia la strada.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008