Questo pomeriggio è andata di scena la 7° giornata di serie B che ha visto affrontarsi Carpi e Pescara. Hanno avuto la meglio gli abruzzesi di Zeman, di seguito la sintesi della gara, il tabellino e le pagelle del match.

SINTESI PRIMO TEMPO:

Il match comincia con le due squadre molto attente a non scoprirsi ed infatti i primi 10′ di gioco scorrono senza alcuna emozione. Al 13′ ci prova Saber per i padroni di casa, con un destro in corsa, bloccato senza problemi da Pigliacelli. 5′ più tardi ci prova Del Sole con un sinistro potente a sorprendere Colombi, che però blocca senza particolari difficoltà. Al 22′ su azione d’angolo, Sabbione svetta su tutti e per poco non trova il gol che sblocca la gara, mandando a lato di poco. Due minuti più tardi arriva una nitida occasione per il Carpi: Pasciuti fa ciò che vuole sulla fascia e mette un cross perfetto per Mbakogu, il quale però di testa da due passi da Pigliacelli mette fuori sprecando malamente. La risposta del Pescara arriva 5′ più tardi: Del Sole riesce a trovare Capone che riesce a servire Brugman in area: il giocatore del Pescara è solo e potrebbe tentare la conclusione, ma invece cerca un assist che non trova nessun compagno in area sprecando malamente la chance. I ritmi sono alti e il gol sembra vicino, tanto che arriva al 37′ e porta la firma di Capone per il Pescara: Balzano serve Coulibaly che a sua volta mette nel mezzo un cross perfetto: Capone arriva in corsa e con un destro rasoterra fulmina Colombi per il vantaggio degli ospiti. Le due squadre poi abbassano i ritmi, fino ad andare al riposo sul risultato di 0-1 per il Pescara.

SINTESI SECONDO TEMPO: 

Il secondo tempo inizia con una variazione in casa Carpi, con Manconi dentro per Concas. I primi 15′ della ripresa, come nel primo tempo, filano via lisci senza grandi emozioni. Un minuto dopo l’ora di gioco però arriva l’occasione per il Pescara di chiudere il match Kanoute pesca Del Sole : ripartenza micidiale del giocatore degli abruzzesi e gran sinistro ma Colombi è strepitoso e salva in angolo. Al 20′ della ripresa ci prova Pasciuti con una botta dalla distanza, ma il suo destro è out. Il Pescara chiude bene tutti gli spazi e per il Carpi risulta davvero difficile scalfire la difesa degli abruzzesi, che anzi, riescono a creare scompiglio con le loro ripartenze: grande azione di Mazzotta alla mezz’ora che serve Ganz, ma l’attaccante è in offside. Al 38′ ci prova Jelenic con un gran destro che non finisce lontano dalla porta difesa da Pigliacelli. Dopo questo tentativo il Carpi però svanisce totalmente, con una pressione offensiva pressochè nulla e un possesso palla sterile. Il Pescara dal canto suo rallenta i ritmi del gioco, portando la partita in ghiaccio e conquistando tre punti importanti grazie al gol di Capone.

TABELLINO E PAGELLE: 

CARPI (3-5-2): Colombi 6.5, Sabbione 5.5, Ligi 5.5, Poli 6, Pasciuti 6, Giorico 6, Saric 5.5, Saber 6, Jelenic 6.5, Mbakogu 5, Concas 5 .
A disposizione: Serraiocco, Brunelli, Vitturini, Capela, Romano, Manconi (dal 46′ 5.5), Malcore (Dal 77′ sv), Yamga, Anastasio, Carletti, Verna, Brosco, Pachonik, Belloni (Dal 66′ 6)

All.: Antonio Calabro

PESCARA (4-3-3): Pigliacelli 6.5, Balzano 6, Bovo 6, Coda 6, Mazzotta 6.5, Kanoutè 6, Brugman 5.5, Coulibaly 7, Del Sole 7, Pettinari 6, Capone 7.
A disposizione: Fiorillo, Ganz (Dal 69′ 5.5), Benali (Dal 66′ 6), Valzania, Elizalde, Fornasier, Carraro, Cappelluzzo, Baez.

All.: Zdenek Zeman

ARBITRO: Sig. Daniele Minelli (Varese)

AMMONITI: Kanoute (PES), Coda (PES), Balzano (PES), Bovo (PES),

ESPULSI: –

MARCATORI: 37′ Capone (PES)

TOP 90ESIMO , Capone 7: Grande indecisione su chi scegliere fra lui, Coulibaly e Del Sole, tutti e tre autori di una grande gara. Alla fine però premiamo il match winner del match, non solo per il gol decisivo, ma soprattutto per la sua voglia di fare: grandi movimenti, spirito di sacrificio, lavoro utile per la squadra e, in aggiunta,un gol fondamentale. Zeman può solo che gioire.

FLOP 90ESIMO, Mbakogu 5: Prestazione non da lui. Poco movimento per la squadra, imbrigliato dalla difesa abruzzese. Ha inoltre sulla coscienza il gol sbagliato da pochi passi di testa che avrebbe potuto sbloccare il match nella prima frazione.

CONDIVIDI
Amante di Inter e del calcio in tutte le sue forme, Classe 1995, redattore di Novantesimo. Come la squadra che ama, si sente un po' pazzo anche lui a volte. Telecronista per Sportube e Helpdesk per BonelliErede. Hobby? Videogiochi, serie tv e libri.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008