Cosa riserverà il mercato estivo all’Inter? Questa la domanda che attanaglia i tifosi interisti, impauriti di dover subire nuovamente delle partenza illustri (come accaduto nella scorsa stagione) dovendo poi andare incontro a grandi difficoltà per rimpiazzarle con giocatori di valore simile e a costi più contenuti: la scorsa estate avevano salutato Hakimi e Lukaku (oltre ad Eriksen, ma lui per altri motivi) che sono stati rimpiazzati da Dumfries, Dzeko, Correa e Calhanoglu. Giocatori di valore si, con alcuni che hanno reso bene e altri meno, ma che non sono mai riusciti ad arrivare ai livelli del marocchino e del belga, tanto che infatti l’Inter quest’anno non è riuscita a conquistare lo Scudetto (poco importa se per demeriti di Inzaghi e della squadra, non cambia il succo del discorso) mentre nella scorsa stagione sì.

La paura dei tifosi interisti è quella di andare nuovamente incontro ad un indebolimento del progetto e della rosa per riuscire a mettere a posto, ancora, il famoso bilancio e permettere alla squadra di non avere problemi di sorta per iscrizioni a campionati, coppe e così via. Lautaro, Bastoni, De Vrij, Skriniar e Barella i possibili papabili alla cessione per finanziare il mercato interista e metterne a posto le casse, ma la domanda madre, oltre alla paura appena sopra descritta, è la seguente: quali sono le prospettive dell’Inter in ottica calciomercato?

Sicuramente i colpi che dovrà effettuare la società interista sono un vice Brozovic, un portiere al posto di Radu, un’ulteriore centrocampista in sostituzione di Vidal e Vecino, un difensore che andrà a rimpolpare il reparto (soprattutto visto che il partente sembra sicuro in quel ruolo) ed un nuovo attaccante che andrà a sostituire i partenti Sanchez e Caicedo.

Quali sono i giocatori che possono arrivare a vestire la maglia nerazzurra? Alcuni sembrano già molto vicini, ma andiamo a spiegare meglio la situazione analizzando il possibile costo e il ruolo che avrebbero in maglia interista.

La difesa: Onana e Bremer

Per la porta sembra ormai certo l’arrivo di Onana, svincolato dall’Ajax: il portiere camerunense classe 1996, dopo aver lasciato i lancieri, ha deciso di sposare la causa dell’Inter dove presumibilmente farà il titolare a scapito di Handanovic, il quale gli farà da chioccia. Portiere ancora giovane, di valore ma che arriva da un’annata non semplice a causa della squalifica per doping, arriva in nerazzurro a caccia del riscatto e per diventare un pilastro di un top team. L’altro grande obiettivo per la difesa e per il quale la trattattiva sembra già ben avviata, con accordo già col giocatore stesso, è Bremer del Torino: il brasiliano, appena premiato come difensore dell’anno della Serie A, è stato individuato come giocatore perfetto per la difesa a 3 e capace di sostituire sia De Vrij che eventualmente Bastoni in caso di partenza di uno dei due. Il costo si avvicina ai 40 milioni, ma l’Inter è forte dell’accordo con lui e può giocarsi anche qualche contropartita tecnica per abbassarne il prezzo.

Il centrocampo: Asllani e Mkhitaryan

Passando al reparto mediano, gli obiettivi sono due e sembrano entrambi molto vicini: Asllani è stato individuato come profilo ideale per dare fiato a Marcelo Brozovic e crescere alle sue spalle (qui il nostro editoriale su di lui) con l’accordo già raggiunto con l’albanese ed in via di definizione con l’Empoli con l’obiettivo di anticipare la concorrenza del Milan, mentre l’altro profilo individuato è quello di Henrikh Mkhitaryan: il centrocampista armeno si svincolerà dalla Roma ed è già stato convinto da Inzaghi a sposare il progetto Inter, con l’obiettivo di diventare un’alternativa di lusso dei tre titolarissimi e all’occorrenza anche di giocare come titolare oppure anche come seconda punta. In sintesi potere alla duttilità dell’armeno, per il quale sembra pronto un biennale, così come sembra vicino anche Asllani: l’Inter almeno a centrocampo sembra aver già le idee chiare.

L’attacco: Dybala e/o Lukaku?

La cosa principale da capire in questo reparto è capire chi se ne andrà: se partirà uno fra Correa, Dzeko o Lautaro potrebbe farsi avanti uno fra Scamacca, vecchio pallino di Marotta e con il quale l’Inter ha già un accordo, oppure il clamoroso ritorno di Lukaku, col belga che starebbe spingendo tantissimo per portare a vestire il nerazzurro (sembra pronto a dimezzarsi lo stipendio). Oltre al belga l’altro nome col quale sembra esserci un accordo è quello di Paulo Dybala, svincolatosi dalla Juventus, e con cui Marotta sembra già aver stretto un accordo per fargli vestire la casacca interista per i prossimi 3 anni: l’arrivo dell’argentino sembrava certo, con anche alcune dichiarazioni di Marotta stesso che lasciavano presagire ciò, ma la possibilità del ritorno di Lukaku sembra aver messo in stand-by tutto. Il sogno dell’Inter e dei suoi tifosi sarebbe quello di avere ovviamente sia Lukaku che Dybala, ma ad oggi sembra un qualcosa di impossibile: bisognerebbe capire se l’arrivo di questa coppia comporterebbe l’addio di Lautaro o se viceversa per qualche incastro particolare, magico (e che al giorno d’oggi sembra impossibile), Marotta e Ausilio riescano a portare in nerazzurro entrambi.

Quel che è certo è che in casa interista c’è ancora rammarico e rabbia per lo Scudetto perso contro i cugini rossoneri: nonostante la necessità di far cassa c’è voglia di rinforzare la rosa e prendersi la rivincita sul Milan, in modo da conquistare la seconda stella prima degli acerrimi rivali.

CONDIVIDI
Amante di Inter e del calcio in tutte le sue forme, Classe 1995, redattore di Novantesimo. Come la squadra che ama, si sente un po' pazzo anche lui a volte. Telecronista per Sportube e Helpdesk per BonelliErede. Hobby? Videogiochi, serie tv e libri.