In un periodo senza calcio come questo che stiamo vivendo, molti calciatori si sono dedicati ad altri hobby, un po’ come tutti. Essendo la maggioranza dei calciatori professionisti dei ragazzi al di sotto dei 30 anni, l’hobby principale di alcuni sono i videogiochi.

E avendo pochi impegni, tra di loro qualcuno ha deciso di mostrare al grande pubblico le sue abilità con il pad alla mano. Andiamo a vedere qualche esempio.

Il brasiliano della Juventus, Douglas Costa, qualche settimana fa è apparso sulla piattaforma di streaming Twitch, precisamente sul canale del noto Homyatol. L’ex Bayern Monaco si è messo alla prova, giocando a Fortnite con lo streamer.

Apparizione su un canale di terzi anche per l’attaccante dell’Udinese Kevin Lasagna. Altro streamer, altro gioco: Lasagna è stato ospite nel canale dello streamer Berri e insieme hanno giocato (e vinto) a Call of Duty: Warzone.

Non tutti però hanno deciso di fare solo qualche apparizione, qualcuno ha addirittura deciso di impegnarsi di più e mettersi in proprio. Ad esempio Pol Lirola, difensore della Fiorentina, ha aperto il suo personale canale su Twitch, dove ci mostra le sue abilità su FIFA20. Lo spagnolo ha fin qui raccolto quasi 25mila follower su Twitch.

La stessa cosa ha fatto, ma con risultati ben diversi, il Kun Aguero. Anche l’argentino ha aperto un canale su Twitch, dove principalmente gioca a FIFA20 e Call of Duty: Warzone. Il Kun ha fin qui raccolto quasi 650mila follower.

Vedremo se qualcuno di loro continuerà con l’attività di streamer anche quando tornerà il calcio giocato. Fino ad allora ci possiamo godere scene come questa:

CONDIVIDI
Classe 1997, studente di Culture Digitali e della Comunicazione presso l'Università Federico II di Napoli. Da sempre appassionato di calcio: milanista.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008