#CagliariUdinese 2-1 – Lasagna illude, Pavoletti e Ceppitelli rimontano e conquistano tre punti preziosi: pagelle e tabellino

Il Cagliari torna a vincere e batte 2-1 l’Udinese in rimonta. La partita che ha aperto la 32^ giornata è stata decisa da Pavoletti e Ceppitelli, che rendono vana la rete di Lasagna. Crisi nera per Oddo, arrivato alla nona sconfitta consecutiva mentre i sardi salgono a 32 punti in classifica.

LA CRONACA

PRIMO TEMPO Dopo un inizio vivace e combattuto la prima potenziale occasione della partita arriva al 9^ quando Balic offre un bel pallone a Fofana, il centrocampista dell’Udinese prova il tiro che termina sul fondo ma poteva diventare buono per Lasagna. L’Udinese, sceso meglio in campo rispetto al Cagliari, trova il gol del vantaggio subito dopo con Barak che parte sulla sinistra, trova Ceppitelli e Castan posizionati male e ne approfitta per servire Lasagna che tutto solo batte Cragno. Il Cagliari dopo lo svantaggio prova a reagire subito e cerca di impensierire la difesa bianconera, i sardi sviluppano il proprio gioco sulle fasce per poi servire le due punte con i cross. Al 21^ il Cagliari riesce a trovare il gol del pareggio con il solito Pavoletti, che insacca di testa sulla respinta del palo dopo il calcio di punizione di Cigarini. L’attaccante del Cagliari è stato bravo e rapido a gettarsi sul pallone ma è stato aiutato in parte dalla difesa avversaria, con Nuytinck che sicuramente ha qualche responsabilità sulla marcatura. Con il passare dei minuti il ritmo si abbassa leggermente, il Cagliari prova a fare la partita ma senza riuscire ad incidere, merito anche dell’Udinese che mantiene una linea difensiva abbastanza bassa. Nel finale di primo tempo la squadra di Oddo torna nei pressi dell’area rossoblù con Maxi Lopez che lancia Lasagna ma sulla pressione di Ceppitelli l’ex giocatore del Carpi non riesce ad inquadrare la porta.

SECONDO TEMPO Il primo pericolo della ripresa lo crea Miangue direttamente da un traversone, il cross è diretto nell’area piccola, Nuytinck anticipa l’uscita di Bizzarri spedendo palla in corner ma rischiando l’autorete. Al 58^ Oddo è costretto ad operare il primo cambio a causa dell’infortunio di Lasagna, uscito dal campo verosimilmente per un problema muscolare lasciando il posto a Jankto. Nel secondo tempo entrambe le squadre assumono un atteggiamento più difensivo e visto il periodo di difficoltà preferiscono non rischiare e giocare con più prudenza. Per questo motivo le occasioni scarseggiano nella ripresa, il Cagliari tuttavia dà l’impressione di essere messo meglio in campo ma il ritmo è certamente più basso rispetto a quello proposto nei primi 45 minuti. La squadra sarda, seppur non esprimendo un gioco spumeggiante, trova il gol del vantaggio con Luca Ceppitelli, che riscatta l’errore sulla rete di Lasagna e batte di testa Bizzarri dopo il bel calcio d’angolo di Cossù. Il finale è caratterizzato da troppo nervosismo e vengono ammoniti Barella e Hallfredsson, entrambi diffidati e squalificati per il turno infrasettimanale.

CAGLIARI (3-5-2) Cragno 6; Pisacane 6; Ceppitelli 6,5; Castan 5,5; Faragò 6; Barella 6,5; Cigarini 6,5 (dal 74^ Cossu 6,5); Padoin 6; Miangue 6 (dal 68^ Ionita 6); Sau 6; Pavoletti 7 (dall’88^ Ceter s.v.)   All. Lopez

UDINESE (3-5-2) Bizzarri 5,5; Nuytinck 5; Danilo 5,5; Samir 5,5; Larsen 5,5; Barak 6; Balic 6 (dal 75^ Hallfredsson 5,5); Fofana 6; Adnan 5,5; Maxi Lopez 5,5 (dal 68^ De Paul 5,5); Lasagna 7 (dal 59^ Jankto 5,5)   All. Oddo

ARBITRO Giacomelli (sez. Trieste)

MARCATORI 10^ LASAGNA (Udi); 21^ PAVOLETTI (Cag); 84^ CEPPITELLI (Cag);

AMMONIZIONI CIGARINI (Cag); DANILO (Udi); HALLFREDSSON (Udi); BARELLA (Cag); FOFANA (Udi)

ESPULSIONI

TOP 90ESIMO PAVOLETTI 7: Solita partita molto dispendiosa e di sacrificio. E’ bravo e svelto a segnare il gol del momentaneo pareggio beffando la difesa avversaria, il Pavo si conferma uomo chiave di questo Cagliari.

FLOP 90ESIMO NUYTINCK 5: E’ in ritardo in occasione del gol di Pavoletti e in generale non trasmette grande sicurezza ai compagni di reparto.

Guarda Anche...

CONDIVIDI
15/10/99 Amante del calcio, amo raccontare questo sport in tutti i modi possibili. Fin da piccolo nutro grande passione per il giornalismo sportivo e la telecronaca, oltre per la scrittura.