#CagliariMilan, Gattuso: “Falso nueve possibile, Gigio deve seguire Reina. Barella? Mi piace”

Alla vigilia dell’insidiosa trasferta della Sardegna Arena contro il Cagliari di Maran, Gennaro Gattuso, allenatore del Milan, ha parlato nella consueta conferenza stampa prepartita, analizzando gli avversari, reduci dalla vittoria all’Atleti Azzurri d’Italia dell’Atalanta: “Giochiamo contro una squadra difficile, in un campo difficile: il Cagliari è una squadra che può darci tanto fastidio, dobbiamo andare a migliorare le cose che ancora non facciamo nel migliore dei modi. Pavoletti di testa è tra i più forti del campionato, non dobbiamo dargli la possibilità di mettere palle facili in area: voglio vedere grandissima attenzione, dobbiamo tenere botta quando c’è da tenere botta. I complimenti non mi piacciono tantissimo, è da dieci giorni che sento solo complimenti dopo una buona prestazione: dobbiamo metterli da parte e tenere il livello per novanta minuti. Con la Roma abbiamo giocato una grande partita ma abbiamo rischiato anche di perderla, domani ci aspetta una partita molto difficile, dobbiamo capire quando si soffre.”

Quest’anno Gattuso può contare anche su Reina, da cui il tecnico vuole che Donnarumma prenda spunto: “Gigio deve trovare continuità, da lui mi aspetto tanto. Ho detto che doveva fare copia incolla da Reina: deve continuare così, ha un grande professionista dietro di lui, se lo osserva può fare dei grandi miglioramenti. Ha avuto un allenatore che l’ha fatto crescere per tanti anni: quest’anno qualcosa è cambiato sulla metodologia, deve lavorare ed ascoltare il meno possibile quello viene scritto su di lui. “

Su Higuain, ancora a secco di gol con la maglia del Milan, trofeo Bernabeu escluso e sull’alternativa Cutrone, attualmente ai box: “Nell’amichevole della settimana scorsa sembrava l’uomo più arrabbiato al mondo, quando non riesce a fare gol comincia ad irritarsi, questo fa capire che campione è. E’ un giocatore che sta dando tanto, si fa voler bene, è coerente, questo è un segnale importante a tutto il gruppo di lavoro. Senza Patrick si può giocare anche col finto nueve certe volte, non mi preoccupo. Dovevamo fare mercato, c’era il problema del FPP e abbiamo fatto una scelta. Higuain ci fa fare inserimenti ad attaccanti esterni e mezz’ali. Dispiace per Patrick, spero e credo non sia grave il suo problema, speriamo di recuperarlo per giovedì.”

In chiusura, parentesi su Barella, più volte accostato ai rossoneri: “Con la vecchia proprietà il suo nome era stato fatto, inutile nascondersi: è un giocatore con grandi margini di miglioramento, un prospetto importante, mi piace per come interpreta il ruolo. E’ un giocatore che riesce ad abbinare qualità e quantità”

CONDIVIDI
Guardo e studio il calcio da 20 anni con gli occhi di un bambino che vede Ronaldinho in azione per la prima volta.