Marco Fassone, amministratore delegato del Milan, ha parlato ai microfoni di Mediaset Premium a pochi minuti dal fischio d’inizio del match contro il Cagliari:

“I tifosi possono stare tranquilli sull’impegno che noi stiamo mettendo per fare una squadra competitivo. Con l’Uefa stiamo negoziando un voluntary agreement e vediamo se tutto sfocerà in un accordo entro a giugno, altrimenti ci rivedremo a novembre”.

Donnarumma?
“Raiola è uno dei più bravi procuratori che ci sono e non mi permetto di sindacare. Donnarumma rappresenta la base su cui costruire l’anno prossimo. Glielo abbiamo detto a lui e al suo procuratore. Quando guardo Donnarumma negli occhi mi pare di recepire la voglia e al passione di rimanere in questo Milan. Quello che non possiamo fare è aspettare. Il 3 luglio dobbiamo dare una squadra a Montella. Son sicuro che troveremo una soluzione”.

C’era in programma un incontro?
“In programma al momento non c’è nessun incontro”.

Lasciare in panchina o tribuna Donnarumma in assenza di accordo?
“Come potete facilmente immaginare nessuna società è fare una cosa del genere. La cosa che non possiamo fare è avere un portiere in scadenza”.

Se questa volontà non venisse accontentata?
“E’ ovvio che cercare di fare al meglio il nostro lavoro dobbiamo avere dei piani B. E’ un piano che non abbiamo ancora sviluppato perchè siamo convinti che Gigio apprezzerà la nostra proposta. Se la risposta fosse negativa ce ne faremmo una ragione e attiveremo il piano B”.

Le prime punte ora sono per il nuovo progetto?
“L’allenatore ha fatto le sua valutazioni. Non sto qui a dire che le cose hanno funzionato ma dico che le cose che faremo entro il 3 luglio sono per rinforzare la squadra”.

Bacca sul mercato?
“Non c’è nessuno che mettiamo sul mercato. La rosa è fatta di 25 giocatori e dovremo far bene di conto oltre che di tecnica”.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008