Va in scena alla Sardegna Arena di Cagliari la partita tra Cagliari Milan, valevole per la 4′ giornata di campionato. Squadre che si spartiscono un tempo a testa, con rispettivi gol. In apertura Joao Pedro fredda i rossoneri, mentre nel secondo tempo è Higuain a ripristinare il pari.

Partenza molto aggressiva dei sardi, che puntano a limitare sul nascere il pressing della squadra allenata da Gattuso, per evitare di farsi schiacciare. Servono solo 4 minuti di gioco per assistere alla squadra di casa per portarsi in vantaggio, a segnare è Joao Pedro, che insacca dopo un rimpallo sul palo causato dalla gran botta di Pavoletti, incolpevole Donnarumma. Il gol galvanizza ancora di più i giocatori del Cagliari, che se già erano aiutati dal sostegno dei tifosi accorsi in massa alla Sardegna Arena (praticamente sold out), adesso grazie al gol sembrano volare sulle ali dell’entusiasmo. La reazione del Milan è fiacca, rossoneri che si limitano a provare il tiro da fuori. Al minuto 14 arriva un altro brivido: sugli sviluppi di un corner, Barella lascia partire un destro dal limite che però si stampa sul palo. Col passare dei minuti però il Milan inizia a carburare e inizia a rendersi pericoloso, sopratutto grazie alle azioni personali di Suso. La prima vera occasione per gli ospiti arriva al minuto 27, quando su un cross di Calabria arriva Bonaventura che anticipa Klavan, ma conclude di poco a lato. Il primo tempo termina sul risultato di 1-0 a favore del Cagliari, ma il Milan c’è e lo ha fatto vedere, sopratutto nella seconda metà della prima frazione.

Secondo tempo che vede il Milan in avanti come in chiusura di primo, con la squadra di Gattuso che ottiene tre corner consecutivi, senza però riuscire a sfruttarli. Il pari rossonero non tarda ad arrivare, al minuto 55 infatti Higuain fa quello che gli riesce meglio, ovvero il rapace d’area, approfittando di un rimpallo favorevole si avventa in area sul pallone saltando Cragno in uscita e depositando il pallone in porta. 10 minuti dopo è ancora Higuain a rendersi pericoloso, ma viene murato prima da Romagna e successivamente da Cragno, che questa volta riesce ad anticipare l’attaccante argentino. La grinta dei padroni di casa dimostrata nel primo tempo sembra essere sparita, complice anche le sostituzioni conservative fatte da Maran e il progressivo avanzamento del pressing rossonero. I minuti passano senza particolari azioni degne di nota, se non per qualche contropiede provato dai sardi, che però non sono mai pericolosi. L’incontro termina dunque sul risultato di 1-1, buona prestazione per entrambe le squadre.

Cagliari (4-3-1-2): Cragno 7; Padoin 5, Klavan 6, Romagna 7, Srna 6; Barella 7, Bradaric 6, Castro 6 (Dessena s.v.); J. Pedro 7 (Sau 5); Pavoletti 6, Farias 5,5 (Ionita 6). A disp.: Andreolli, Aresti, Cerri, Cigarini, Daga, Farago, Lykogiannis, Pajac, Pisacane. All.: Rolando Maran 6.

Milan (4-3-3): Donnarumma 6; Rodriguez 6,5 (Laxalt s.v.), Romagnoli 5,5, Musacchio 6,5, Calabria 6; Bonaventura 5 (Bakayoko 6), Biglia 5,5, Kessie 6,5; Calhanoglu 5,5 (Castillejo 6), Higuain 7, Suso 6,5. A disp.: Abate, Bertolacci, Borini, Caldara, Donnarumma, Mauri, Reina, Tsadjout, Zapata. All.: Gennaro Gattuso 6.

ARBITRO: Rosario Abisso (sez, Palermo).

MARCATORI: 4′ Joao Pedro (CAG); 55′ Higuain (MIL).

AMMONITI: Srna (CAG); Kessie (MIL).

ESPULSI:-

NOTE: Recupero 1′ p.t., 4′ s.t.

TOP 90ESIMO – BARELLA 7: prestazione sublime per il centrocampista rossoblu, non sbaglia nulla ed è sempre presente in entrambe le fasi.

FLOP 90ESIMO – BONAVENTURA 5: sembra essere l’ombra del giocatore che era, distratto, superficiale e sbaglia cose che uno col suo tasso tecnico non può permettersi di sbagliare.

CONDIVIDI
Ama il calcio in ogni sua forma, che sia su erba, in spiaggia, in un palazzetto, a 5, a 11 o anche quello "da divano" su FIFA.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008