#CagliariBenevento 2-1 – Pavoletti all’ultimo respiro, fa esplodere la Sardegna Arena. Benevento sfortunato e dalla doppia faccia.

Il Cagliari la vince all’ultimo respiro, dopo un primo tempo dominato, dove Faragò segna il gol del vantaggio, e un secondo di grande sofferenza, che vede gli ospiti pareggiare su rigore con Iemmello e Pavoletti segnare il gol-partita all’ultimo respiro. È stata sfida tra due allenatori che, sino a una settimana fa, erano senza panchina, Lopez e De Zerbi. I rossoblù si portano a 9 punti, sfortunato il Benevento che resta ancora a 0.

I padroni di casa tengono subito il pallino del gioco e la sbloccano dopo 9 minuti con un’azione rocambolesca: Faragò mette in mezzo da destra, ci provano Sau e Cigarini (che coglie una traversa), poi Faragò, che nel frattempo è tornato nel vivo dell’azione, calcia sporco un pallone che si impenna e sorprende Brignoli, complice un tentativo di deviazione di Pavoletti, giudicato in posizione regolare dopo un silent check. Al quarto d’ora Sau fugge verso Brignoli che gli chiude lo specchio, Di Chiara lo stende da dietro e, dopo un attimo di esitazione, Irrati fischia rigore, ammonendo il difensore. Va Sau dal dischetto, che imita Zaza con una rincorsa a passettini e calciando alto, sciupando l’occasione del raddoppio. Al 28′ Faragò compie fallo tattico su una ripartenza di Memushaj e viene ammonito. Il Benevento è impalpabile in fase offensiva; al 36′ Pisacane avverte problemi muscolari alla coscia ed è costretto a lasciare il posto a Capuano. Al 42′ Barella ci prova dalla distanza, con Brignoli che blocca in due tempi. Paura al 47′ per un contatto tra Lazaar e Pavoletti, con i due che restano a terra per qualche istante, prima di riprendere il gioco. Dopo 3 minuti di recupero le squadre vanno a riposo col Cagliari, padrone del campo, in vantaggio per 1-0.

de zerbiAl 50′ Pavoletti svetta su cross di Padoin, bloccato da Brignoli, due minuti dopo ci prova Ceppitelli di testa, mandando alto. Cigarini ammonito per fallo su Ciciretti, poi al 56′ il Benevento sfiora il pareggio al primo tiro in porta: è decisivo Rafael a deviare a terra una zuccata di Iemmello, ben servito da Lazaar; poco dopo il brasiliano è abile ad avventarsi in uscita rischiosa su un cross da punizione di Cataldi. Al 59′ Barella pesca ottimamente Sau, solo davanti a Brignoli, ma quest’ultimo, in vantaggio, spazza in uscita. Negli ospiti esce uno spento Ciciretti per Viola; al 63′ Faragò si presenta davanti a Brignoli deviando di testa un cross di Miangue, con Lazaar che devia con la schiena in angolo; poco dopo esce Cigarini per dar spazio a Ionita. Al 66′ Sau viene pescato, tutto solo, in campo aperto sulla sinistra, si accentra, ma nel tentativo di spostarsi il pallone sul destro si fa anticipare da un difensore. Il Benevento però è rivitalizzato dall’intervallo e il Cagliari soffre: al 70′ i campani vanno di nuovo vicini al gol con Cataldi, che con una splendida volée, su palla di Iemmello, manda di poco sulla traversa, con Rafael fuori causa. All’81’ Lombardi crossa dalla destra, libera Capuano. All’85 Cataldi lancia Iemmello, in posizione regolare, che arriva male sul pallone, calciando fuori. Due minuti dopo, su un angolo del Benevento, confusione in area, con Pavoletti che devia un pallone pericolosissimo, rischiando l’autogol, con palla che attraversa tutta l’area piccola. Nel recupero si gela la Sardegna Arena: Iemmello cade in area su marcatura di , dopo più di un minuto di consulto, Irrati decreta il rigore, che Iemmello trasforma spiazzando Rafael. Sembra tutto deciso, ma poco dopo la ripresa del gioco, Faragò mette una palla in mezzo e Pavoletti devia di testa alla perfezione, mandando nell’angolo lontano. Lo stadio esplode, 2-1. Non c’è più tempo per nulla, a parte un fallo di Farias per interrompere il gioco.

CAGLIARI 2-1 BENEVENTO (1-0)

Cagliari (3-5-2): Rafael 7; Pisacane 6 (38′ Capuano 6.5), Ceppitelli 6, Romagna 7; Faragò 7, Cigarini 6 (63′ Ionita 5.5), Barella 7, Padoin 6, Miangue 6.5; Sau 5 (79′ Farias ), Pavoletti 7. All. Lopez 6
A disp.: Crosta, Daga, Andreolli, Dessena, Giannetti, Melchiorri, J. Pedro, Van Der Wiel.

Benevento (3-5-2): Brignoli 5.5; Antei, Djimsiti, Di Chiara, Letizia 6 (80′ Coda sv); Chibsah 5.5, Memushaj 5 (73′ Lombardi 6), Cataldi 6; Iemmello 6, Ciciretti 5.5 (61′ Viola 6). All. De Zerbi 6
A disp.: Belec, Armenteros, Del Pinto, Gravillon, Gyamfi, Kanoute, Parigini, Puscas, Venuti.

ARBITRO: Massimiliano Irrati (Pistoia)

MARCATORI: 9′ Faragò (C), 93′ rig. Iemmello (B), 95′ Pavoletti (C)

AMMONITI: Di Chiara (B), Faragò (C), Cigarini (C), Padoin (C), Barella (C), Pavoletti (C)

ESPULSI: –

NOTE: Recupero 3′ pt, 4′ st

TOP 90ESIMO – Faragò: uno dei più discussi di questo avvio di campionato. Gol e assist, partita indimenticabile per l’ex Novara, nonostante il fallo da rigore che poteva costar caro ai suoi.

FLOP 90ESIMO – Memushaj: sportellate in mezzo al campo e poco altro.

Guarda Anche...

CONDIVIDI