La gara tra Cagliari e Sassuolo termina con il risultato di 0-1.

Massimo Rastelli, in conferenza stampa, ha risposto alle domande dei cronisti circa la prestazione dei suoi contro l’undici di Bucchi.

Ecco le sue parole:

“Il fallo di mano? Anche io ho avuto la sensazione dalla panchina che ci fosse. Credo che quella di oggi sia stata una partita molto aperta e ho trovato un grande avversario come il Sassuolo che, non dimentichiamocelo, è arrivato anche al sesto posto in campionato. Ho detto ai ragazzi di non guardare la classifica. Oggi abbiamo fatto una partita importante.

Abbiamo affrontato una squadra dalle grandi qualità, ma anche muscolare e fisica e noi oggi abbiamo dato tutto quello che potevamo. Abbiamo sofferto nei momenti in cui c’era da soffrire e comunque ripeto il Sassuolo ha messo in campo tutte le sue qualità e nella ripresa abbiamo avuto cinque occasioni nitidissime per andare in vantaggio e per pareggiare.

E’ un peccato non aver fatto risultato quest’oggi. Per quello che si è visto in campo, nonostante un grande Sassuolo, il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto. Poi ci sono partite che nascono sotto una cattiva stella e questa è stata una di quelle. Con un pizzico di fortuna in più in alcuni episodi, avremo avuto la possibilità di andare in gol.

Se giochi ogni tre giorni, è normale che non hai il massimo delle energie come quando hai una settimana di tempo per preparare le partite. Ho voluto confermare in blocco la squadra di domenica a Ferrara. Non giudichiamo solo i risultati, i ragazzi sono andati oltre i loro limiti. Facciamo i complimenti al Sassuolo.

Pavoletti? E’ uscito per un problema al polpaccio, ma non è niente di preoccupante, gli ho chiesto se se la sentiva di continuare nel primo tempo e lui mi ha detto di sì e se fosse peggiorato il fastidio avrebbe chiesto il cambio. La scelta di Giannetti? Avevo bisogno di contrastare i tre marcantoni della difesa del Sassuolo e Niccolò ha fatto il suo dovere.

Il suo ingresso mi ha dato delle indicazioni importanti e gli è mancata solo la gioia del gol. Cigarini affaticato? Come ho già detto, è normale essere con meno energie giocando più gare in giorni ravvicinati. Ha avuto difficoltà soprattutto per la velocità di Missiroli e Duncan. Non ho niente da rimproverare alla squadra. Oggi è andata male e pazienza”.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008