In casa Cagliari si comincia a guardare al futuro. Occhi puntati alla prossima stagione. Primo nodo da sciogliere, quello relativo alla panchina. Non dovrebbero esserci sorprese: Massimo Rastelli vola verso la riconferma. Forte di un contratto in scadenza a giugno 2018, il tecnico rossoblu ha manifestato a più riprese la volontà ed il desiderio di poter proseguire il proprio lavoro sulla panchina del club sardo andando ad aprire un ciclo.

Rastelli “spacca”. Buona parte della tifoseria gradirebbe un cambio alla guida tecnica, tuttavia il presidente Giulini (pur non essendosi pronunciato pubblicamente in tal senso), preso atto del fatto che Rastelli abbia centrato gli obiettivi minimi stagionali, pare ormai prossimo ad affidare per la terza stagione consecutiva le chiavi dello spogliatoio del Cagliari al tecnico di Torre del Greco. Questo nonostante il patron rossoblu non abbia mai digerito le pesanti imbarcate rimediate dalla squadra. Prestazioni opache e pesanti sconfitte che hanno spinto il numero uno di Via Mameli ad un contatto (mai smentito) con Stramaccioni. Ad ogni modo una semplice chiacchierata, nulla di concreto.

Assenza di alternative. La sempre più probabile riconferma di Rastelli passa anche per un’attenta analisi della scarsità di alternative che il mercato allenatori offre.

Il retroscena. Dopo la sconfitta casalinga conto il Perugia della scorsa stagione, Rastelli fu di fatto sfiduciato da Capozucca. L’idea del ds era quella di portare al Cagliari Gasperini. Nulla da fare. I buoni rapporti tra Rastelli e Giulini e la vittoria del campionato all’ultimo respiro grazie al gol in rovesciata di Sau a Vercelli hanno chiuso la porta all’attuale tecnico dell’Atalanta.

Ecco quindi la decisione di proseguire con Rastelli fornendo al giovane tecnico una squadra solida ed esperta. Una garanzia per poter arrivare alla salvezza (obiettivo minimo stagionale) senza troppi patemi d’animo.

Così è stato. Il Cagliari è ormai salvo, sta per toccare quota 40 punti, di fatto non ha mai rischiato di cadere in zona pericolosa anche grazie alla pochezza delle ultime della classe, già retrocesse ormai da parecchio. Resta la macchia dei tantissimi gol subiti ma anche la consapevolezza che Rastelli (sia in questa che nella scorsa stagione) ha sempre dovuto fare i conti con numerose, continue e pesanti assenze per infortunio.

Tutto lascia dunque pensare che Massimo Rastelli proseguirà alla guida del Cagliari anche la prossima stagione. Ma non solo, si lavora al prolungamento del contratto fino al 2020.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008