L’allenatore del Cagliari Massimo Rastelli ha commentato così la terza amichevole stagionale, avversario il Brescia: “Il risultato conta poco, ho guardato solo l’applicazione e le distanze tra i reparti. Non mi immaginavo niente di diverso, considerando il gran caldo, la fatica e le gambe molto appesantite. Proseguiamo nel lavoro: ora è finita la prima parte del ritiro, tra tre giorni cominciamo la seconda parte ad Aritzo, da dove mi aspetto una crescita dell’identità, dell’idea di gioco e della brillantezza”.

E’ stata partita vera anche per merito del Brescia. “Ha dimostrato di essere una bella squadra, aveva tante motivazioni, lo stadio era pieno. Quando i ritmi sono così bassi, viene concessa agli avversari la possibilità di ragionare e ti mettono in difficoltà. Inoltre, ad inizio stagione le squadre di Boscaglia sono sempre vivaci e si è visto anche oggi”.

Note positive dal test di Palazzolo: “Tutti i ragazzi non hanno lesinato una sola goccia di energia, nonostante il notevole sbalzo di temperatura da Pejo a Palazzolo. Per loro non era facile”.

CONDIVIDI
Classe '97, studente di Economia. Amante del calcio e delle sue sfaccettature a tutto tondo.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008