Cagliari, il club entra negli eSports: presentato il progetto

Cagliari

Quello degli eSports è un mondo sempre più in espansione. Diversi club stanno aderendo al progetto in questione, anche italiani. Ultimo in ordine di tempo è il Cagliari, che nella giornata di oggi ha presentato il suo primo giocatore ufficiale: Girolamo Giordano.

Un’idea nata più di un anno fa all’interno della società sarda, ma che si è concretizzata solo adesso. Alla presentazione hanno preso parte anche i calciatori Marco Sau e Nicolò Barella, che si sono sfidati in una partita virtuale. Adesso il Cagliari eSports prenderà parte ad alcuni incontri contro altre squadre dello stesso genere. Già sabato ci sarà un torneo allo Stadio Castellani di Empoli tra Empoli, PSV e Team Gulllit.

Il club rossoblu ha, infine, pubblicato una nota con la spiegazione di alcuni dettagli relativi al progetto eSports: “Per eSports si intende il mondo dei videogiochi a livello competitivo e professionistico.Una realtà in continua espansione, che ha portato numerose squadre sportive, specie all’Estero, a fare il loro ingresso nel settore. Iniziano a nascere così campionati virtuali di calcio paralleli a quelli reali: per esempio, l’Eredivisie ha lanciato la eSports League, che coinvolge i club della massima divisione olandese”.

Altri dati sul progetto eSports: “I numeri testimoniano la crescita del fenomeno – riprende il comunicato – Si parla di un giro d’affari che entro il 2020 sfiorerà il miliardo e mezzo, con una crescita/anno che va oltre il 30%. Stime dicono che in Europa gli eSports, entro quest’anno, varranno 346 milioni di dollari. L’Italia occupa la quarta posizione in termini di crescita sui 12 principali mercati europei presi in esame da diversi studi. Il pubblico nostrano (il 51% ha tra i 18 e i 34 anni) passerà da 1.2 milioni del 2016 a 1.5 milioni del 2018. L’investimento dei brand – tra sponsorship, pubblicità e diritti – passerà dagli attuali 517 milioni di dollari a 1.2 miliardi nel 2020”. Lo riporta Gianlucadimarzio.com.