Cagliari e Roma, una rivalità dal divertimento assicurato

Con il decreto del Consiglio dei Ministri entrato in vigore il giorno 10 marzo, tutte le attività’ sportive sono state sospese fino al 3 aprile. Tra queste rientra, a malincuore, anche il campionato di Serie A. Le ultime partite disputate sono state il recupero della 26 giornata di Serie A che si è conclusa con la vittoria del Sassuolo sul Brescia. Tra le gare giocate nel corso di questa ultima giornata di campionato probabilmente quella che ha regalato più emozioni è stata Cagliari-Roma, terminata con il risultato di 4-3 per i giallorossi. Non è però la prima volta che queste due squadre hanno regalato partite al cardiopalma, infatti è diventato abituale assistere a sfide spumeggianti tra le due squadre, specialmente quando disputate in terra sarda.

I PRECEDENTI STORICI

Per rivivere l’ultima rocambolesca partita tra le due squadre dobbiamo tornare alla scorsa stagione, esattamente all’8 dicembre del 2018 quando la Roma era ancora allenata da Eusebio Di Francesco. Quella partita fu il simbolo di una stagione a dir poco sfortunata per i capitolini: fino ai minuti di recupero i giallorossi erano in vantaggio di 2 reti ma, nonostante il Cagliari fosse rimasto addirittura in 10 uomini, la squadra allora allenata da Maran riuscì a rimontare il doppio svantaggio nei minuti di recupero. Stesso epilogo avvenne nella stagione 2016 – 2017 quando Marco Sau, a pochi minuto dal 90, completò la rimonta degli isolani siglando il definitivo 2-2 partendo dal risultato di 2-0 per la Roma. Da come si evince da queste due partite, per la Roma il campo di Cagliari è storicamente uno dei più ostici, anche se il trend in questi ultimi anni sta decisamente cambiando. Negli ultimi 7 anni i giallorossi hanno infatti totalizzato 2 pareggi e ben 5 vittorie. L’albo tra le due squadre invece è molto equilibrato: 14 vittorie per il Cagliari, 15 per la Roma e ben 11 pareggi. L’ultima vittoria dei rossoblu risale addirittura al febbraio 2012, quando la squadra allora allenata da Ballardini vinse con il largo risultato di 4-2.

La voglia di rivalsa di Conti

La “rivalità” tra queste due squadre è diventata marcata da quando Daniele Conti, storico capitano dei sardi, passò di proprietà proprio dalla Roma al Cagliari nell’estate del 1999. Da quel momento in poi il figlio d’arte della leggenda romanista Bruno Conti cominciò ad avere un conto aperto con i giallorossi. Infatti ogni volta che il centrocampista affrontava la Roma offriva sempre prestazioni sopra la media, risultando spesso determinante per le vittorie della propria squadra. A testimonianza di quanto appena detto, la Roma è stata per distacco la vittima preferita di Conti nel corso della sua carriera. Questo spirito battagliero che il Capitano del Cagliari metteva in campo ha regalato ai tifosi sardi numerose vittorie memorabili e partite a dir poco divertenti per i tifosi neutrali. Ovviamente vista dalla prospettiva di un tifoso romanista le partite contro il Cagliari non sono mai state viste con benevolenza visti i precedenti. Non da meno è la rivalità che si è creata tra il Capitano sardo e la Curva romanista per alcune dichiarazioni rilasciate da Conti contro società e tifosi giallorossi.

Nonostante il Cagliari non sia considerata una big del calcio italiano, la rivalità che si è creata negli ultimi anni è degna di essere considerata come una delle principali del campionato per intensità e spettacolarità delle gare disputate tra le due squadre.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008